Caldaia Vailant OutsideMag, errori F27, F33, F63

18 nov 2018
A casa di mia madre l’acqua calda ed il riscaldamento sono centralizzati. Una spesa assurda, a causa dell’impianto vecchio e molto inefficiente. Ho pensato di staccarmi dall’impianto centrale e di installare una caldaia che servisse sia per il riscaldamento che per l’acqua calda, ma per mille motivi, primo fra tutti l’assenza di una canna fumaria, ho dovuto rinunciare all’idea di staccarmi dal riscaldamento centrale.  Però l’idraulico mi ha detto che avrei potuto installare uno scaldabagno esterno, anche senza canna fumaria. La sua scelta è caduta sullo scaldabagno esterno Vailant Outsidemag

Bello e funzionale, per i primi tre anni. 

Poi, come per tutti i matrimoni, sono iniziati i primi problemi. Niente acqua calda per la doccia. Il display del pannellino di comando visualizza Errore F33, caldaia bloccata. Accendo, spengo, stacco l’alimentazione. Niente da fare, l’errore F33 non se ne va. Il manuale dice:

Errore F33

 

 

 

Fantastico, e adesso che faccio? Non senza fatica trovo un cacciavite torx adatto a  smontare la copertura e cerco il pressostato.    Il pressostato lo si individua facilmente, una volta tolta la copertura. Basta identificare, sul lato 

destro, un tubicino di plastica trasparente, diametro di circa 5mm, che va dal pressostato fino all’apertura superiore, quella da cui esce il gas di scarico. Il pressostato è un dischetto di plastica  di qualche cm di diametro, da cui parte il tubicino di plastica trasparente che va verso l’alto. Guardo il tubicino trasparente del pressostato, ma mi pare pulitissimo. Anche i contatti elettricisembrano a posto. 
Niente da fare, devo chiamare l’assistenza. Chiamo l’idraulico che me l’ha venduto, e lui alza le mani: “Ah, guardi, mi spiace ma non posso aiutarla. Quel tipo di caldaia deve essere gestito direttamente dall’assistenza Vailant”. Allora chiedo a Google, che mi dice chi fa l’assistenza Vailant a Sanremo. Arriva un signore molto cortese, smonta la copertura, smonta tutto il circuito del pressostato. Non c’è solo il tubicino trasparente, ci sono anche dei tubicini in rame, con due o tre curve. Lui li pulisce, soffia, ci fa entrare uno scovolino che segue le curve. Insomma, la caldaia torna a vivere. Pare che gli insetti amino rifugiarsi nel tubicino di rame.

Tutto bene per un paio di mesi, poi di nuovo F33. 

Stavolta so bene come fare, smonto la copertura, smonto i tubicini, soffio, pulisco, rimonto, e come d’incanto la caldaia riparte. Ok, prendo nota che ogni due o tre mesi occorre pulire i tubicini di rame dagli insetti. Certo, potevano metterci una protezione. 

Passano ancora due o tre mesi, e la caldaia si blocca di nuovo. Errore F33? Eh, no! Troppo facile! Stavolta F63. Vediamo cosa dice il manuale:

Errore F63

 

Ah ecco! Una scheda da cambiare, siamo a posto. E, chiaramente, alla fine della garanzia. Provo a cercare qualche idea su Google, ma quel che trovo mi fa cadere le braccia, leggete qui.

Sembra proprio che questa caldaia sia nata male! Cerco invano una qualche risposta di Vailant, ma tutte le lamentele restano inascoltate e l’azienda si limita a non rispondere.

Questa gente pare non capire che ormai i clienti hanno imparato a cercare su internet, prima di un acquisto o in caso di problemi. E quando capiscono di essere davanti ad un prodotto mal progettato o, peggio, alle prese con una azienda che non si fa carico dei problemi dei propri (sfortunati) clienti, sanno come evitare di farsi fregare in futuro. 

Nel frattempo chiamo nuovamente l’assistenza Vailant di Sanremo. Ormai siamo amici. Il tecnico, sempre gentilissimo, viene, fa un magheggio sul pannello di comando remoto, e la caldaia riparte.
– “C’è da sostituire la scheda di controllo, purtroppo.”
– “Ma non sarà una questione di contatti da pulire, magari a tirar fuori e a rimettere in posizione i connettori?”
– “No, guardi, ormai conosco il problema. C’è una Eprom che ogni tanto perde il codice di identificazione dell’apparecchatura. La scheda non sa più che tipo di caldaia deve gestire. Sulle nuove schede il problema non si verifica. Purtroppo ho terminato le schede in magazzino, ci sarà da aspettare un paio di giorni. La chiamo in settimana”. 

Nel frattempo andrò avanti facendo un po’ di pratiche magiche, per far funzionare la caldaia. Quando interviene l’errore 63 faccio, in ordine sparso, le seguenti manovre che ripeto fino a quando l’errore sparisce:
– Stacco la corrente della caldaia, la tengo staccata qualche minuto, poi la riattacco. 
– Spengo la caldaia dal suo pannellino remoto, la tengo spenta per qualche minuto, poi la riaccendo.
– Sempre operando dal pannellino, spengo e riaccendo la caldaia ripetutamente.
– Apro l’acqua calda, la tengo aperta qualche minuto, e poi la spengo di nuovo.
Insomma, non c’è niente di logico in tutto questo, diciamo pure che faccio delle manovre a casaccio, ma solitamente ad un certo punto la caldaia riparte. 

Ecco, questa è la situazione ad oggi 18/11/2018. Appena ci saranno sviluppi aggiornerò questo diario. Nel frattempo, se anche voi avete problemi con questo scaldabagno, lasciate un commento. Magari ne può nascere un’azione “stimolante” nei confronti del produttore. Più siamo meglio è. Descrivete nel dettaglio qual è il problema e quali sono stati i vostri contatti con l’assistenza Vailant.

Se cercate in rete, poi, trovate anche molti riferimenti all’errore F27. A me non è (ancora) capitato. E’ definito  “fiamma non corretta”. Dicono di controllare l’elettrodo di ionizzazione (quello che fa la scintilla?) o di sostituire la scheda. Eh già, come se fosse facile. Anche perché, leggendo qua e là, pare che non sia neanche facile ottenere una scheda di ricambio. 

  • edit 23/11/2018

Alla fine la scheda di ricambio è arrivata e adesso la caldaia funziona. Con una spesa di 100€ problema risolto. Staremo a vedere quanto dura.

  • Edit 6 sett 2019

Inaspettatamente questo thread è diventato “popolare” ed ho ricevuto parecchi commenti che possono essere letti più in basso. Ho scoperto che anche un altro sfortunato utente, Luciano,  ha pensato di parlare dell’argomento sul suo blog.

  • Edit 19 sett 2019

Per chi avesse problemi ad individuare il pressostato e il tubicino di rame, guardate l’immagine qui sotto. In rosso il pressostato, in verde  il tubicino di rame. Dal pressostato al tubicino di rame c’è, non disegnato, un tubicino di plastica trasparente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Edit 26 sett 2019

I commenti arrivati (qui sotto) sono numerosi, e alcuni propongono delle soluzioni veramente interessanti. Ne consiglio vivamente la lettura!

  • Edit 1 novembre 2019

Si è aggiunto Silvano all’allegra congrega. Lui ha una caldaia Turbotech Exclusive con problemi analoghi, quindi la famiglia si allarga.

  • Edit 29 marzo 2020

Trovo finalmente l’occasione di pubblicare le foto che mi ha mandato Loredana che riguardano il montaggio della nuova scheda

  • Edit 15 settembre 2020
    Ragazzi, decisamente la questione Vailant Outsidemag interessa a molte persone. Al gruppo si è aggiunto Giovanni, i cui commenti trovate qui sotto, che ci ha addirittura inviato una procedura per aggiustare e migliorare la scheda della caldaia. 

ATTENZIONE: prima di avventurarvi nella riparazione/modifica della scheda valutate molto bene le vostre capacità tecniche! E’ un lavoro da persone preparate, dovete sapere distinguere un diodo zener da una resistenza e da un condensatore, dovete saper maneggiare con destrezza un saldatore a stagno ed un tester. In assenza di questi requisiti lasciate perdere! E soprattutto non venite a lamentavi da me o da Giovanni se qualcosa va storto, quello che fate lo fate a vostro esclusivo rischio e pericolo!

Ultima nota: non ho neanche aperto il file, non so cosa c’è dentro, non ho applicato le modifiche, non sono quindi in grado di offrire alcun supporto. 

Invito chi fosse interessato a leggere attentamente i commenti che Giovanni ha lasciato nell’area commenti qui sotto (commenti dall’undici settembre 2020 in poi)

Detto questo scaricate pure da questo link il malloppo contenente foto e istruzioni per la modifica / riparazione. Il file è in formato compresso ZIP. Le ultime versioni di windows aprono automaticamente i file compressi ZIP, ma se il vostro sistema operativo dovesse fare i capricci, potete sempre scaricare ed installare (sempre a vostro rischio e pericolo) il programma di creazione e apertura di cartelle compresse da questo link

Grazie ancora e complimenti a Giovanni.

189 risposte a “Caldaia Vailant OutsideMag, errori F27, F33, F63”

  1. ciao, da ieri anche noi abbiamo il mitico problema F63, un po’ di manovrine e poi riparte, ma temo che siano i segnali che la scheda si sia deteriorata e che a breve ci lasci definitivamente senza acqua calda. altre idee? può essere, magari, un problema di contatti? la caldaia ha solo 2 anni e mezzo. tra l’altro, per il cambio ci hanno chiesto 220 euro, tu ne hai spese 100 sempre da un centro assistenza. grazie?

    1. @Alessandra Giannelli
      MARZO 18, 2019

      TI confermo che la sostituzione della scheda mi è costata 100 eu, ma penso di dover dire grazie al tecnico dell’assistenza di Sanremo, non so se titolare o dipendente. So che è venuto due volte, la prima volta non ha cambiato la scheda perché non l’aveva, allora ha fatto un magheggio che però ha risolto la situazione solo per un giorno o due. La seconda volta è venuto con la scheda e tutto è andato a posto. Anche io temevo di dover pagare una paccata di soldi, così mi avevano detto, invece con 100eu mi son tolto la paura.

      Ma non tutti i tecnici sono così, da quel che leggo. Non ho purtroppo altre idee, salvo quanto scritto nel blog. Se sei a Sanremo, l’assistenza di zona è valida. Altrimenti non posso che augurarti in bocca al lupo.

      1. Buonasera anch’io ho lo stesso problema è. Sono di Sanremo potrebbe darmi il numero de tecnico per la sostituzione della scheda ?

        Grazie

      2. Buongiorno a tutti, purtroppo anche io ho acquistato il medesimo scaldacqua vaillant outsidemug ed anche io, aimè, questo errore f. 33. Montata solo a Novembre 2018 ho cominciato ad avere questo errore solo pochi mesi dopo. Poiché sono un tecnico elettrico, ma non in caldaie, mi sono informato su cosa riguardava tale errore. Errore sul sensore differenziale di pressione come già descritto. Smonto la caldaia e noto un nido di un insetto all’interno. Eseguo pulizia. Oggi ancora errore f. 33 a distanza di tre mesi circa. In casa madre nessuna assistenza? Aiuti? Il mio scaldacqua ha meno di un anno..

        1. @Stefano: Se hai risolto una prima volta con la pulizia dei tubicini, allora è probabile che il problema sia lo stesso che si ripresenta. Si vede che agli insetti piace fare il nido nella nostra caldaia! Finchè si risolve così tutto sommato va ancora bene, basta armarsi di pazienza e di opportuni attrezzi. Il problema è quando si presenta il famigerato errore F63. Ti auguro che non ti succeda.

        2. F.33 errore
          ero molto scettico ma prima di chiamare l assistenza ho detto che male c e a vedere
          Terminale di rame ostruito da entrambi i lati si erano annidati insetti per deporre uova , soffiatina a pressione e lo scaldabagno e andato ok
          grande vaillant na protezioncina che vi sarebbe costato tanto visto i numerosi casi?

        3. Azienda poco seria.
          Hanno messo in commercio un prodotto che fa letteralmente schifo, io ho un residence con diversi appartamenti, ho avuto problemi in tutti gli scaldacqua.
          Gli outsidemag della Vaillant sono stati una grande truffa e fregatura, nei 2 anni di garanzia ti salvi, comunque con grande disagio, dopo 2 anni sei rovinato perché la garanzia non ti copre più su nulla.

    2. Si, ho speso 100€ con il centro assistenza di Sanremo. Se ti chiedono 220€ penso che vogliano approfittarsene. O magari sperano di venderti una caldaia nuova.
      Io dopo la sostituzione della scheda non ho avuto problemi, ma devo dire che ormai non la uso molto. Mia madre se n’è andata (a 97 anni!) e la casa adesso la usiamo poco. Comunque ad oggi, 22/6/2019, dopo 7 mesi, non presenta ulteriori problemi.

      1. @Alessio Turini: tutto sommato mi pare onesto, ma solo se risolve. Purtroppo molte persone sono rimaste deluse e il problema (lo stesso o un altro) si è ripresentato anche dopo aver cambiato la scheda.

    3. Io dopo aver cambiato la prima.a scheda, dopo 2 anni, ora passati altri due eccolo di nuovo sto f63…scheda…ora la butto

    4. Ciao a tutti, purtroppo anche a me codice F33 (spegnendo e riaccendendo un po’ di volte la caldaia riparte per poi bloccarsi di nuovo)
      Il tecnico che è intervenuto, si è limitato a rimuovere il pannello frontale e a spruzzare un po’ di spray all’interno della caldaia (senza smontare nient’altro)…ma visto che il problema non si è risolto, mi ha fatto un preventivo di 240€ + manodopera per la sostituzione del pressostato e del tubicino.
      A me sembra un prezzo altissimo… qualcuno ha avuto esperienze in merito ?
      Grazie

      1. Ciao Christian. Mi pare che “spruzzare un po’ di spray” sia una specie di operazione magica, fumo negli occhi. Quanto poi al prezzo del pressostato, 240€ sono un furto assoluto. Su Amazon si trovano pressostati da 23€ a 105€. Considera che lui l’avrebbe ad un prezzo certamente inferiore. Il mio consiglio è certamente quello di trovare un altro riparatore.

      2. Ciao Christian , spruzzare con sprai disossidante (sprai non oleoso, ma tipo che evapora subito) è un’operazione utile,togliere i connettori spruzzarli bene poi rinserirli,operazione su tutti i connettori anche piu volte. per vedere se pressostato funziona si puo soffiare e aspirare (con la bocca , con poca pressione per non danneggiare membrana pressostato, si sente scattare internamente ,vuol dire che la membrana è ok ) tubicino in gomma che dal pressostato va su tubicino rame piegato con piccolo ugello in punta, (verificare che non sia otturato ,moscerini o simili) , io consiglio operazione che ho fatto in questi giorni ,smontare laventola (sono solo tre viti da toglire ,la ventola della depressione si toglie ,pulirla con pennello )se sporca con polvere provoca errore F33 , poi su programmazione D122- portare 104 da 100(default) aumenta la velocita della ventola ( 104 =altitudine
        dal livello mare 300m , per la mia zona ok)
        Vedi i vari post ,con modifica che avevo realizzato (per oviare a problemi perdita programmazione e salvaguardia scheda con E63 ,
        con 92€+spesa sped – attualmente cambi scheda , operazione descritta NON complicata

        1. giovanni buongiorno,
          Caldaia Turbomag Vaillant di 3 anni con tubazioni scarico fumi di circa 4.5 metri con un gomito. F33 praticamente sempre, cambiato pressostato tramite assistenza vaillant, fatto sdoppiatore tubi quindi scarico aria e ingresso aria pulita indipendenti sempre e comunque F33. Cosa consigli modifica scheda?

  2. Buongiorno, anche io da qualche giorno ho il mitico errore f63. Già l’anno scorso a gennaio l’assistenza è intervenuta per un problema analogo ed ho speso circa 190 euro.
    O ra questo errore f63.
    Chiamo l’assistenza e vediamo cosa mi dice. Vi tengo aggiornati.
    grazie
    Luca

    1. Buongiorno Luca. Che dire, al momento, dopo la sostituzione della scheda, la caldaia ha smesso di creare problemi. In bocca al lupo, spero che la mia esperienza possa essere di minima utilità, almeno sai cos’è successo a me.

    2. @Luca APRILE 5, 2019 @ 7:47 AM
      L’importante, da quel che ho capito. è che sostituiscano la scheda con il nuovo modello che non “perde” la configurazione. Altrimenti l’errore potrebbe ripetersi.

  3. Ho avuto lo stesso problema lo scorso anno e mi hanno sostituito la scheda.
    Ora si è ripresentato. Da qualche settimana mi compare errore F.63 e credo che dovrò richiamare l’assistenza. Per non parlare dell’ errore F.29 che compare spesso.

    1. Se è vero quel che mi ha detto il tecnico, l’errore F63 dipende dalle vecchie schede di controllo. Quindi occorre che venga sostituita con quelle di nuovo tipo. Se te la cambiano con una del vecchio tipo (fondi di magazzino?) il problema potrebbe ripresentarsi.

      1. Domenico, intanto Buona Pasqua, e che non suoni ironico….
        Poi non posso che riportare qui quanto ho detto ieri ad un altro amico:
        Più che consigliarti di leggere con attenzione tutti i commenti passati non saprei che altro dirti. La mia personale esperienza, al confronto, è stata (faccio gli scongiuri) piuttosto lineare. Due chiamate all’assistenza, scheda cambiata, problema (rifaccio gli scongiuri) risolto. Quindi personalmente non saprei che altro consigliarti. Ma qualcuno qui ha parlato di codici di riattivazione. Oltre che di sostituzione di scheda. Come consiglio, dal profondo del cuore, verrebbe da dire “butta via tutto e compra qualcos’altro che non sia Vailant”. Ma è facile dirlo quando non ci si è dentro, c’è il COVID in giro e Pasqua alle porte…
        Massima solidarietà

  4. Scheda eletronica sostituita dopo 18 mesi di utilizzo, appena appena dentro la garanzia. Ma i problemi non finiscono mai, salta spesso la programmazione centralina. E adesso, dopo quasi 15 mesi dalla sostituzione ancora questo f63……. Pensare che avevo voluto una vaillant perche’ non volevo i problemi.
    Che rabbia.

  5. F33 ogni volta che fa caldo, presumo caldaia che si scalda troppo. F63 spesso. Scheda elettrica cambiata. Spesa circa 400 €. Non è servito a nulla. Errori di continuo ogni volta che arriviamo in estate( quando ci si lava di più) caldaia un disastro. Vaillant fallimentare!

  6. Stesso problema dopo un annetto ma mi hanno sostituito la scheda in garanzia, mentre il tecnico interveniva mi ha levato dei tubetti dicendo che non servono a nulla e ci vanno a vivere gli insetti creando problemi alla caldaia. comunque tutto a posto… la scheda ha iniziato a perdere i parametri della caldaia, chiamo il tecnico che me la ri imposta e mi spiega come si fa… da li ha iniziato a succedere molto spesso ma me li sono sempre ri impostati… un altro po di tempo e ha iniziato con l.63 incavolato come una bestia ho iniziato a spegnere e riaccendere staccare e riattaccare la corrente e dopo un po’ è ripartita questo si è ripetuto 3 o 4 volte… oggi l’ultima volta e non vuole ri partire…
    o visto che la scheda costa circa 100 euro ma inizio a pensare che non valga la pena ripararla visto quanto è inaffidabile!

  7. Mi aggiungo con il problema F33! Il mio scaldabagno non ha nemmeno un anno di vita… Contatterò l’assistenza e vi aggiornerò. Anche se potrei essere in grado di risolvere da solo, vorrei vedere come si comporta l’assistenza…

  8. @Victor – GIUGNO 21, 2019
    Il problema F33, per quel che ne so, dipende dal tubicino ostruito. Speriamo che il tecnico della tua zona sia onesto e sappia quel che c’è da fare. E’ un intervento da pochi minuti, per chi sa quel che c’è da fare. Io, che non sono un esperto, me la sono cavata in una ventina di minuti. C’è solo da smontare, pulire e rimontare.

  9. Un informazione allarme f33 pulisco il tubicino in rame, mi richiamano allora lo elimino pensando che faccia meno ostruzione ma niente scaldabagno di 2 anni sempre fatto, o pressostato o ventola? Grazie

    1. @Luca Re
      GIUGNO 24, 2019

      Dunque, mi par di capire che sei un riparatore.
      Ti chiamano per errore F33, pulisci il tubicino di rame, immagino che la caldaia parta regolarmente, quindi te ne vai.
      Ma ti richiamano. Sempre errore F33?
      Comunque elimini il tubicino, pensando che “faccia meno ostruzione”.
      Dici che l’hai sempre fatto?
      Strano, perché il sistema serve a leggere la differenza di pressione (vado a memoria, non sono davanti alla caldaia) fra interno caldaia e uscita dei gas, per garantire che ci sia pressione positiva, ossia che la ventola “spinga” correttamente verso l’esterno i gas di scarico. Se questa pressione non c’è, la caldaia si blocca per errore F33. Se il tubicino si ostruisce, che sia la parte di rame o quella di plastica, si blocca. Se togli il tubicino di rame dove colleghi quello di plastica? Dove legge la pressione positiva? Deve andarla a leggere all’uscita dei gas di scarico.
      Io penso che se hanno speso soldi per mettere il tubicino di plastica E quello di rame, un motivo ci sarà. Eliminare un pezzo è sempre un’operazione rischiosa.
      Poi mi chiedi: pressostato o ventola?
      Difficile dirlo. Intanto ti consiglierei di rimettere tutto a posto, dopo aver soffiato e verificato che non ci sono problemi di intasamento.
      Poi, se il ventilatore gira e ti pare che soffi regolarmente, il problema potrebbe essere il pressostato.
      E qui mi fermo perché non sono un tecnico, sono solo uno a cui si era fermata la caldaia, e racconto quel che mi è successo.

  10. Rimontato tutto oggi provo e sostituisco il pressostato, mi hanno chiamato ma non sono un centro assistenza vaillant,vi aggiorno se risolvo.

    1. a quanto ho capito tutti abbiamo questa scaldabagno che da gli stessi problemi ,acquistato fine 2014 ad oggi sono alla terza scheda compresa l’originale più il 28/06 anno cambiato il pressostato.
      al prossimo guasto cambierò lo scaldabagno. secondo me conviene altrimenti andremo sempre a spendere, per ripararlo di continuo diciamola tutta abbiamo preso una gran fregatura che l’azienda poco seria non riconosce saluti alla prossima

      1. @gorrier GIUGNO 30, 2019

        Eh già, pare che il modello sia riuscito piuttosto male…. Il problema è che la casa costruttrice non pare farsene carico.

  11. Anche io ho gli stessi problemi da 4 anni, quando era ancora in garanzia ho cambiato la scheda ma adesso ritorna a dare f63, ho deciso di non chiamare più nessuno e cambiarla direttamente. Anche il mio vicino con identico scaldabagno esterno, dopo 3 anni l’ha cambiato.

  12. Buonasera, mi intrometto nella discussione per comunicare che il persistere del codice di blocco F33, anche dopo aver verificato la pulizia dei tubetti del pressostato, è imputabile anch’esso alla perdita del codice identificativo dell’apparecchio e necessita della sostituzione della scheda. Queste problematiche sono riferibili a scaldabagni prodotti fino al 2016.

    1. @It’sme: grazie per la segnalazione. Mi chiedo se sia possibile riconoscere le schede affette dal problema della perdita dati, rispetto a quelle successive che ne sono immuni. C’è un codice? O magari sono riconoscibili per qualche particolare? Questo potrebbe aiutare chi soffre di questo problema.

      1. No, il codice ricambio non è cambiato (0020199534 per le versioni fino al 2016) ma il tecnico ‘ufficiale’ dovrebbe essere in grado di comprendere se la scheda è aggiornata tramite il codice di produzione.
        Ovviamente, per la soluzione del problema, sottintendo che, durante il primo intervento, il tecnico abbia provveduto alla verifica del soddisfacimento della condizioni base preliminari per il corretto funzionamento: pressione di allacciamento statica e dinamica, pressione al bruciatore ed eventuali regolazioni.
        Mi dispiace leggere commenti negativi sul prodotto in oggetto perché sono convinto che, nelle intenzioni di Vaillant, ci fosse l’obiettivo di risolvere l’annoso problema della mancanza di canne fumarie efficienti. Quindi, se posso, vi invito a leggere una mia recensione: https://www.scaldabagniecaldaie.it/scaldabagno-di-tipo-a-vaillant-outsidemag/

        1. @It’sme: Mille grazie, molto interessanti le tue considerazioni e la tua recensione. Resta il fatto che molti utenti sono rimasti “scottati”, e ne ha risentito la credibilità del marchio. Forse avrebbero dovuto fare una campagna di sostituzioni più decisa. Non dico per tutti gli utenti, ma almeno per quelli che hanno manifestato ripetuti problemi e cambi di scheda. Quando uno chiama l’assistenza, gli viene cambiata la scheda e il problema si rispresenta, capirai bene che è difficile non valutare negativamente la caldaia e magari anche il marchio. E’ umano.
          Io, per ora, posso ritermi fortunato, e valuto molto bene l’operato del riparatore di Sanremo.

  13. stesso problema . ho sostituito la scheda e dopo si è ripresentato.
    Poi ho chiamato assistenza di nuovo.
    Volevano di nuovo sostituire.
    Ho dovuto trovare da solo i codici di configurazione ed è ripartita …ora di nuovo il problema.
    Sono in vacanza. Quando torno farò di nuovo le manovre.
    Se non riparte la sostituisco.
    A conti fatti non conviene avere assistenza. Per gli scalda acqua non cè obbligo. Comunque ditta e assistenza poco seria.

    1. Ciao Val, ho avuto anch’io lo stesso problema, il tecnico mi ha configurato la scheda prima di sostituirla ed è andata bene per un po’ di tempo… ora ho lo stesso problema. Riesci a dirmi la procedura di configurazione? O il link dove l’hai trovata? Grazie mille! Ale

  14. Buongiorno, la mia Vaillant Outsidemag sul display visualizza 4 trattini – – – – ho chiamato il tecnico che mi ha sostituito la scheda. Al momento dell’accensione della caldaia, con la nuova scheda, dava gli stessi trattini. Il tecnico hai seguito una procedura sul display che ha attivato la caldaia. Gli ho chiesto di ripetere l’operazione con la mia vecchia scheda. Ripetendo l’operazione (con la vecchia scheda) la caldaia è partita. Il problema era probabilmente la perdita della configurazione della scheda. Adesso il problema mi si è riproposto, vi chiedo se conoscete la procedura per riattivare la scheda: la procedura inizia premendo il tasto M insieme al tasto + poi vengono visualizzati i codici d120 d123 d97 ma non riesco ad andare avanti. Qualcuno sa aiutarmi? Grazie mille a chi lo farà!

  15. Si, la procedura di reset è quella trovata da Ale. Sono tornato dalle vacanze e ho attuato la procedura….ora tutto funziona. Ma, incredibile mi chiama l’assistenza, quella con cui ho un contratto di manutenzione, espongo il problema e dico che non ho intenzione di continuare .. mi dicono che ho un contratto in essere e che non ho disdetto in tempo. Ho concordato un appuntamento per il 16 settembre prossimo. Mi mandano una mail che probabilmente per loro è la certezza che mi hanno contattato in modo ufficiale. Ho risposto nel modo che allego al prossimo post. Vedremo come finisce.

    1. @Val: ottimo! Facci sapere come va a finire. Pare che il numero di commenti dedicati a questo specifico problema sia in continuo aumento. Certo sarebbe bello vedere un commento ufficiale della casa madre…..

  16. Gentile xxxxxxxx srl.. confermo appuntamento salvo inconvenienti dell’ultima ora che sarà mia cura comunicare in tempo utile.
    Colgo l’occasione per rimarcare le problematiche già sollevate nelle conversazioni telefoniche. Ovvero che la scheda elettronica della caldaia Vaillant Outsidemag 16.10 sotto Vostra assistenza..perde configurazione in circostanze particolari.
    Considerato che tale scheda mi è stata da Voi sostituita per ovviare l’inconveniente e che tale situazione si ripropone nelle citate circostanze ho provveduto a ricontattarvi. A seguito di un confronto telefonico in cui mi si riproponeva di sostituire nuovamente la scheda in quanto fuori garanzia (1-anno?) ho provveduto autonomamente a ricercare i manuali (non per gli utenti ) di configurazione del software che mi permettono di superare l’inconveniente quando esso si ripropone. Ne concludo che trattasi di vizio occulto. Da cui ne discende che 1) la casa madre dovrebbe farsi carico di sopperire all’inconveniente attraverso il ritiro e la sostituzione gratuita del prodotto in questione. 2) che le ditte autorizzate all’assistenza come la Vostra si facciano carico di segnalare tali lamentele dell’utenza alla casa madre affinché si occupi del problema. 3) che non è assolutamente accettabile che si riproponga all’ utente la sostituzione a proprie spese, peraltro ripetuta di un componente con vizi occulti manifesti come per altro si evince da siti dedicati, vizi peraltro indipendenti dalla posizione geografica ecc..
    È con questo spirito che mi accingo alla Vostra periodica ispezione del 16 settembre p.v. fermo restando che qualora di esito insoddisfacente, provvederò alla mia tutela e quella dei numerosi utenti nelle sedi ritenute opportune

  17. Ringrazio l’amministratore, comunque per non arrivare al 16 settembre ad un confronto inconcludente ho mandato il tutto alla Vaillant Italia paventando un prossimo intervento presso la Vaillant in Germania.
    Mi hanno preventivamente risposto così:

    Gentile utente,

    grazie per averci contattato, gireremo la tua richiesta all’ufficio dedicato e ti risponderemo appena possibile.

    Cordialmente,

    Vaillant Group Italia

  18. Salve, ho comperato anch’io la caldaia circa tre anni fa ed ho avuto subito dei problemi con gli errori F23, F33 ed adesso F63.
    Il tecnico mi ha detto di sostituire la scheda, 250€. Ho letto che molti hanno speso 100/120 €, è il tecnico che ho contattato che vuole approfittarsene?
    Vorrei provare ad eseguire il reset della configurazione, ho visto il manuale ma onestamente non ho capito bene come fare. Qualche anima pia potrebbe spiegarmelo?
    Grazie mille.

    1. @Antonino: in effetti mi pare che 250$ sia un po’ troppo, vista la mia esperienza. Mi pare che il tuo installatore ci marci. Potresti provare ad interpellare qualche altro riparatore, specificando il fatto che ti serve la sostituzione della scheda. Vedi un po’ cosa ti rispondono e facci sapere. Per quanto riguarda il reset della scheda, chiedi ad Ale che l’ha fatto. Gli manderò io una mail in privato.

    2. Ciao Antonino, per il reset della Vaillant Outsidemag ho indicato il link sul mio post del 28.7.2019, che trovi scorrendo su questa pagina: nell’ultima pagina del manuale (che trovi sul link) trovi la procedura illustrata di reset.
      Di seguito, trovi una procedura esposta diversamente:
      * scaldabagno spento
      * ”tasto accensione” + tenere premuto insieme il tasto ”+” ed il
      tasto ”M” per 3 o 4 secondi sino alla comparsa del cod D120
      * con + e – arrivare al cod D 97
      * schiacciare tasto ”M”
      * compariranno 3 zeri
      * schiacciare il tasto ”+” sino al raggiungimento di 017
      * schiacciare tasto ”M”
      * comparirà D121
      * schiacciare tasto ”M”
      * poi compariranno nuovamente i 4 trattini
      * schiacciare tasto meno e arrivare a 1010 ( per out side 10-5/0-5) (
      1610 per out side 16-5/0-5) ( 1310 PER OUT SIDE 13-5/0-5) 2110 ( per out
      side 11-5/0-5) 2410(per out side 14-5/0-5). Se a gpl mettere 20 al
      posto del 10 finale
      * schiacciare tasto ”M”
      * schiacciare spegnimento più volte sino allo spegnimento
      * attendere qualche secondo e riaccendere

      1. Grazie!
        La caldaia è un disastro.
        Se salta la corrente non parte più.
        Per risolvere ho seguito la tua procedura.
        È vergognoso che non sua indicata nel manuale.

        Mai più vaillant
        Mi spiace per i tecnici assistenza che sono cortesi (Sanremo)

      2. grazie mille, il tuo un aiuto importante per riattivare quel cesso di nome autsidemag, che andava sostituita gratuitamente a tutti i possessori , altro che ostituzione dele schede madre a due anni e dieci giorni fuori garanzia,.VAILLANT ha dimostrato di essere un marchio poco serio.

  19. Ciao,
    Sto più che nera…. La mia caldaia avrà due mesi di vita e stasera sta in blocco con F33. Non ho un manuale del display, ho cercato in rete ed ho fato “accendi e spegni”… Nulla da fare… Domani chiamo il tecnico…. Sto nera!

    1. Ciao Sabri, se guardi tutto l’articolo e i commenti vedi come risolvere il problema F33. Per farla breve, è un errore spesso dovuto al fatto che gli insetti si infilano nel tubicino. In pratica occorre smontare la copertura, smontare e pulire il tubicino di rame del pressostato e verificare che non ci siano ostruzioni. Solitamente funziona.

    2. Sabry ci manda questo contributo:

      La famosa caldaia…
      Il tecnico è dovuto venire due volte, perché gli insetti si ostinavano a tappare quel buco.
      La seconda volta ha messo una piccola retina, ricavata dal veletto delle bomboniere.
      Comunque, siccome loro sono rivenditori Vaillant, hanno inoltrato una mail appunto a tale ditta per questo problema, perché è un continuo correre ai ripari.
      Questo è quanto, spero di aver risolto!

      L’idea del veletto delle bomboniere non mi sembra male! Grazie Sabri

  20. Buongiorno a tutti,
    sono capitata in questo forum perchè ieri sera al rientro dalle vacanze ho trovato il mio scaldabagno Vaillant Outmag per l’ennesima volta in blocco.
    Ho letto tutti vostri post e la mia storia è identica.
    Acquisto l’apparecchio nel 2015 e quasi subito si presenta il primo errore F33. Chiamo l’assistenza e mi trovano “l’insetto” nel tubicino. Lo puliscono. Funziona per un po’ e si ripresenta il problema.
    Richiamo l’assistenza e questa volta il tecnico che esce mi toglie direttamente il tubicino affermando che è la causa del problema in quanto diventa una sorta di casa per gli insetti.
    Dopo qualche mese si ripresenta il problema. Richiamo nuovamente l’assistenza. Questa volta mi dicono che è il pressostato e mi rimettono il tubicino che secondo loro (ma sono sempre la stessa ditta) non doveva essere tolto.
    Funziona per un po’ e nel frattempo scade la garanzia.
    A questo punto si ripresenta un nuovo blocco ma l’errore adesso è F28.
    Chiamo un nuovo centro assistenza. Escono, aprono l’apparecchio lo sistemano e mi dicono che probabilmente è la scheda da cambiare. Lo scaldabagno riparte ma dopo 15 giorni ritorna in blocco.
    Questa volta cambiamo la scheda 150 euro.
    Funziona per qualche mese. Ogni tanto va in blocco F28 ma spegnendo e riaccendendo riparte.
    Fino a luglio quando durante i lavori in un appartamento della casa per errore salta la luce di tutto il condominio. Esce A2A rispristina la corrente dopo più di tre ore e lo scaldabagno non riparte più.
    Questa volta anche la centralina dei comandi interna è in blocco ci sono una serie di trattini e non prende più nessun comando.
    Richiamo l’assistenza. Esce un tecnico che mi dice che bisogna riconfigurare l’apparecchio ed esegue tutta la procedura del reset.
    E siamo ad oggi. Lo scaldabagno non funziona più. Passa dai trattini ad F28 o F29 e poi si pianta su F199.
    Il tecnico è qui a casa mia che non capisce quale sia il problema.
    Non riesce a fare nemmeno il reset perchè la centralina non prende nessun comando.
    Mi sta consigliando di comprare un Bosch a 1.200 euro…

    1. @Laura: che dire, cascano le braccia. Certo, ci sono modelli che “nascono male”, in qualsiasi campo tecnologico. Alcune auto, ad esempio, sembrano colpite dalla maledizione. E a quanto pare questo è il caso di questo scaldabagno. Non ricordo chi mi disse che questo è il primo scaldabagno computerizzato della Vailant. Se così fosse allora si spiegherebbero tante cose. Quel che non si spiega è il fatto che non abbiano fatto una scheda di controllo che risolva tutti i problemi. Tanto l’abbiamo capito, prima o poi la scheda di controllo va cambiata. E allora fate in modo che vada bene, no? No, a quanto pare no. Beh, grazie per la tua testimonianza. A questo punto penso che scriverò al servizio clienti della Vailant, sempre che ce ne sia uno, per segnalare questo blog con tutti i vostri commenti.

    2. Ciao anch’io ho un problema simile al tuo f 28 pda un cenno di partenza e si spegne subito subito,un anno fa avevo tolto anch’io l’insetto nel tubicino ma adesso lo tolgo direttamente. Ti segnalava f199 perché è stata staccaca troppe volte e un tecnico mi disse che devi attendere 20 minuti per reset…comunque adesso ,cioè domani proverò altre strade,sennò a ultimo scaldabagno elettrico.
      Comunque è uno xchkfo questa caldaia,in passato ho avuto altri problemi e altre spese…

  21. Caro Admin. il servizio clienti della Vaillant Italia c’è , ti invia una risposta che provvederà a girare il caso al settore competente, poi il nulla.
    Comunque io ho un appuntamento con l’assistenza il 16 settembre, mi diranno che devo di nuovo cambiare la scheda.
    Prima di quella data scrivo alla Vaillant in Germania. Dopo se non mi sostituiscono la scheda gratuitamente, apro una vertenza legale.
    Piuttosto l’Admin dovrebbe farsi promotore di una class action

    1. @Val: mah, sai, farmi io promotore di una class action? Ci vogliono tempo e soldi, e a me mancano entrambi. Considera che questa cosa è iniziata solo perché ho voluto mettere a disposizione di tutti quel poco che avevo scoperto riguardo agli errori di questa caldaia. A dirla tutta già ieri avevo mandato una email al servizio clienti di Vailant, segnalando questo blog e la situazione che riguarda molti clienti. E sottolineando il fatto che, in assenza di una loro risposta, avrei segnalato l’accaduto ad una qualche associazione di consumatori. Cosa che potrei fare.
      Mettiamola così: io metto a disposizione questo blog. Se qualcuno vorrà iniziare una azione legale (come pare voglia fare tu) io offro la sia pur piccola cassa di risonanza.

  22. Ho acquistato anche io la Vaillant Outmag nel Febbraio 2018. A parte qualche sporadico caso di blocco subito risolto, ha funzionato bene fino all’inizio di Agosto. Rientrato dalle ferie dopo 3 settimane, è comparso il magico errore F63. Ho chiamato il tecnico che l’aveva installata a suo tempo che mi ha detto che probabilmente la scheda elettronica era andata in guasto a causa dei temporali di agosto. Poi ha smanettato togliendo e ridando corrente riuscendo a ripristinare il tutto. Non ha voluto nulla per l’uscita però mi ha detto che se il problema si fosse ripresentato avrebbe dovuto cambiare la scheda, con costo non coperto da garanzia perchè la casa madre non riconosce la sostituzione dovuta a eventi atmosferici.
    Ovviamente il problema si è ripresentato solo 48 ore dopo e cercando in internet ho scoperto questo blog e sono riuscito a ripristinare il funzionamento grazie alle istruzioni che qui ho trovato. In questi giorni il problema è diventato quotidiano e temo che presto o tardi la scheda vada in blocco definitivo costringendomi a chiamare di nuovo per la sostituzione. Ovviamente farò presente questo blog (che ora stampo) e cercherò di non pagare la sostituzione essendo la caldaia ancora formalmente in garanzia. Mi spiace solo che il tecnico mi abbia raccontato cose non vere. Solo per il fatto che mi abbia detto che il problema si sarebbe ripresentato denota il fatto che è al corrente del difetto di questa caldaia.

  23. Grazie per il link al mio blog dove racconto l’incubo Vaillant per i primi 3 anni. Dopo aver speso 120 euro di uscite dei tecnici (è vero, sempre gentili), litigate a non finire con il responsabile di zona (un buzzurro poco interessato alla questione), mail, fax e minacce, quasi un anno fa mi hanno cambiato per la terza volta la scheda e per ora, incrocio le dita, mai un errore e lo scaldabagno funziona bene. Se dovesse rompersi di nuovo, lo cambio e mai più Vaillant. Ciao.

  24. Ciao, purtroppo anche io ho avuto diversi problemi con questo modello: sin da subito, diversi blocchi con i più svariati codici di errore (per fortuna sempre in garanzia).
    Domenica siamo tornati dalle vacanze e sorpresa: f28… poi f199 e infine il famigerato f63. Ero rassegnato a dover pagare l’intervento e il cambio del pezzo (ormai dopo 3 anni non siamo più in garanzia). Lunedì prima di chiamare l’assistenza ho provato l’ennesimo riavvio e mi ha ridato F28… ho chiamato e mi è stata fatta eseguire una procedura per il reset ed ed ha funzionato regolarmente.
    Ma la gioia è durata un solo giorno… ed è ricomparso F63… oggi è venuto il tecnico, ha cambiato la scheda (180 euro)… e la caldaia ha ripreso a funzionare… ma solo per 3 ore… adesso nessun codice di errore…semplicemente non entra in funzione… sono davvero stufo…

    1. Ciao Riccardo. Scusami per il ritardo con cui ho approvato il tuo commento, mi era sfuggito.
      Il tuo sembra essere un caso particolarmente sfortunato, non ho mai sentito che la caldaia sia totalmente morta. Penso che il tecnico che ti ha sostituito la scheda dovrebbe intervenire. In bocca al lupo.

  25. Ecco mi annovero tra i “sofferenti” della vaillant. me l’ha comprata il responsabile della ristrutturazione della casa e l’ha montata lui, maggio 2017 quindi dovrei esserci con la garanzia. Da qualche giorno sopra i numero della temperatura della caldaia compariva una ventola, mi sono chiesta se ci fosse sempre stata ma non saprei. Poi oggi all’improvviso F.33 e niente piu acqua calda. Ora io non saprei come fare x aprire e pulire questo tubicino, ma non vorrei comunque far mettere mano a un estraneo per paura succeda qualcosa, o pensate che sia comunque fattibile?. Sono a Roma se chiamo un tecnico della vaillant (ne conoscete?) Lintervento è gratuito? Gli faccio vedere questo blog mostrandomi quindi documentata sulla situazione per evitare salassi? Grazie a tutti Angela

    1. Buongiorno Angela. Benvenuta (purtroppo) fra gli sfortunati proprietari di questa caldaia.
      Allora, smontare la copertura non è difficile, ma ci vuole il cacciavite giusto. Io uso quelli con la punta intercambiabile, e ci vuole una punta di tipo TORX.
      foto torx
      foto punte TORX
      Purtroppo non ti so dire la misura, così a occhio direi quella piccola fra quelle della foto.
      Poi, una volta che hai aperto, la pulizia la fai facilmente. Se rileggi il mio post vedi che ho aggiunto una immagine in cui si vede il pressostato (in rosso) e il tubicino da pulire (in verde). Tipicamente gli insetti vanno ad infilarsi nel tubicino di rame. Lo smonti (c’è da svitare un’altra vite) e lo pulisci, vedi tu come. Soffiando o con uno scovolino fine.
      Rimonti tutto, incroci le dita, spegni, riaccendi e speri che vada.
      Se stai attenta non dovresti far danni che possano invalidare la garanzia.
      Se invece chiami il tecnico, rischi che cerchi di fregarti dicendo che deve cambiare il pressostato, il tubicino, la scheda, la caldaia, la casa, il condominio intero.
      Oppure che ti faccia pagare solo l’uscita, perché è onesto.
      COmunque l’errore F33 fino ad oggi è per tutti lo stesso, tubicino intasato. Mi stupirei se fosse qualcos’altro.
      Prima o poi invece potrebbe arrivarti l’errore 63, e quello è più tosto. Ma trovi traccia nell’articolo e nei commenti.
      Ciao.
      Salvatore

      1. Ciao Salvatore, stesso problema f33…tubicino pulito 3 giorni fa, l’ acqua calda è tornata ma per 24 ore…Dopodichè si ripresenta l’ errore. Ho ricontattato l’ idraulico, mi dice che c’è il pressostato da sostituire il quale arriverà, se tutto va bene, tra 8/10 giorni, questo vuol dire niente acqua calda per tutto questo tempo…Pezzo più mano d’ opera mi ha chiesto 210 euro…Possibile che sia solo per un tubicino sporco? E, nonostante sia stato pulito, ho riavuto l’ acqua calda solo per un giorno?
        Grazie.
        Cordiali saluti

        1. Maria Luisa, mi pare strano che abbia funzionato per un giorno e poi di nuovo ferma. Butto lì una ipotesi: e se il tubicino non fosse stato pulito a dovere? Gli insetti sono molto abili a costruire (o ri-costruire) il nido. Altro non saprei. Però, accidenti, 210 euro mi sembrano troppo. Il pezzo, su amazon (cerca pressostato caldaia vailant), lo trovi fra i 20 e i 50 euro. Comunque temo che, sostituito il pressostato, il problema sarà ancora li. E poi magari (come è successo a tanti) ti dirà di cambiare la scheda di controllo. Per me, da quel che ricordo, ha funzionato. Sostituita la scheda (mi pare fosse 100€, ma ne trovi traccia nei vecchi commenti o nell’articolo) tutto è andato a posto. Poi ho venduto casa e caldaia. Finalmente. In bocca al lupo, facci sapere.

  26. Buonasera a tutti. Innanzitutto voglio ringraziare per i diversi commenti che avete lasciato, sono stati tutti utili. Adesso vi racconto la mia storia, da diverso tempo anch’io avevo la caldaia che segnalava l’errore F63, allora ho deciso di cercare un negozio che vendesse la scheda in questione (confermo il costo € 100,00) ma non avevo intenzione di chiamare un tecnico e con mio marito questa mattina abbiamo provato a cambiarla noi!!!! Vi dirò…..è stato molto semplice e ci abbiamo impiegato 20 minuti…..contentissimi di aver fatto “fai da te” per cui vi consiglio di non chiamare alcun tecnico, si riesce tranquillamente è molto semplice…..grazie a tutti e spero che qualcuno dopo questo commento riesca ad evitare la manodopera (onerosa).
    Buona serata
    Loredana

    1. Perbacco, Loredana, questo è un consiglio FANTASTICO. Sarebbe fantastico se potessi mandarci le istruzioni passo passo. Ci sono impostazioni da fare sul pannello operatore? Codici da inserire? Se dovessero anche esserci materiali tipo foto manda pure a me (blog@salrandazzo.it) e penserò io a pubblicare! Grazie ancora
      Ah, se poi potessi dire dove hai trovato la scheda nella tua zona, potrebbe essere utile a chi abita dalle tue parti.

  27. Ho già postato un intervento a inizio mese dopo aver riscontrato il famigerato F63. Il tecnico che aveva installato l’apparecchio è intervenuto due volte, ripristinando il funzionamento mediante reset della scheda. Come ho già scritto in precedenza, secondo lui l’intervento per sostituire la scheda non era in garanzia e mi ha chiesto 250€. Al che ho individuato il servizio ufficiale di assistenza di Milano attraverso il sito Vaillant e ho scritto una mail spiegando il problema in dettaglio. Mi hanno chiamato dopo due ore e fissato un appuntamento proprio per oggi. Il tecnico ha appena finito la sostituzione a costo zero. Vediamo se adesso funzionerà come deve. La garanzia termina a Febbraio 2020 quindi un pò di tempo c’è ancora nel caso la storia ricominciasse.

  28. Buon giorno Loredana, in riferimento al Suo post del 21/09/2019, vorrei anche io provare a sostituire la scheda senza dover chiamare un tecnico. Il codice scheda da Lei acquistata e ‘ lo 0020199534?. Nel pacchetto del ricambio, ci sono delle istruzioni/accorgimenti da seguire passo passo? La ringrazio in anticipo per la Sua cortese attenzione.
    Stefano

  29. Caldaia acquistata nel 2015.
    Anche io ho da almeno un due inverni il messaggio di errore f63.
    Soprattutto in inverno infatti, chissà perché, l’errore è più frequente.
    I preventivi di spesa di 250/300€ per la sostituzione, unita all’incertezza di una riparazione efficace nel tempo, mi fanno propendere per tentare il montaggio in autonomia. Sono quasi certo che questo mi consentirà di andare avanti qualche mese, forse qualche anno, ma è giusto per ammortizzare un po’ la spesa. Sicuramente, ma più Vaillant.

    1. @Riccardo: Da quel che ho capito per esperienza personale e per conferma di altri utenti il prezzo di 250/300€ è spropositato. Personalmente ho pagato 100€, magari aggiungi l’uscita, ma 150 max 200 dovrebbe essere il prezzo massimo.

  30. Ciao a tutti, vi ho trovati causa problemi vari con lo stesso modello di prodotto. Pressometro sostituito a maggio 2017 (a garanzia scaduta da poco), scheda elettrica sostituita a settembre 2017, tutto pagato a prezzo pieno. Ora seconda sostituzione della scheda causa errore F63. Ho letto quanto scritto in questo post, ho contattato il responsabile Vaillant di zona e ho fatto la voce grossa. Risultato: sostituzione gratuita della scheda, solo uscita tecnico + manodopera da pagare. Il mio consiglio dunque è: FATE LA VOCE GROSSA, TEMPESTATELI DI RECLAMI E SCRIVETE AL RESPONSABILE DI ZONA, DICENDO CHE NON INTENDETE PAGARE PER PER UN PRODOTTO CHE NASCE MALFUNZIONANTE. Aggiunte il link a questa pagina, dite che sapete che in tutta Italia ci sono tante persone che hanno avuto le stesse rogne con lo stesso modello, e che siete stufi di farvi prendere in giro. INSISTETE! Ciao e buona fortuna!

    1. @Linda: GRANDISSIMA. A quanto pare far girare le notizie ha la sua importanza. Speriamo che tanti utenti nella nostra stessa situazione leggano il tuo messaggio prima di farsi gabbare.

      1. Sì, sono anch’io dell’idea che protestare quando si ha ragione, portando a esempio anche i problemi e le soluzioni di altri che ci sono già passati, alla fine serva. Dunque, diamo il TORMENTO alla Vaillant tutti insieme! 😀 E grazie ancora per questa discussione, che, nel disagio, si è comunque rivelata utilissima.

  31. buongiorno,
    da ieri ho problemi ad accendere una caldaia Vaillant turbotec exclusive
    errore F33 pressostato aria
    siccome un minimo ci capisco
    ho testato il pressostato
    funziona regolarmente
    il tubicino non é intasato
    e la ventola gira normalmente
    dopo vari test ho scoperto che staccando il tubicino del pressostato, e provando l’accensione, non arriva aria pur girando la ventola
    ne deduco che all’interno della ventola l’aria venga convogliata altrove anziché mandata nel tubicino
    se provo a soffiare dal tubicino non ci sono intoppi
    stasera smonto la ventola e vi aggiorno

    1. @Silvano: facci sapere. La turbotec Exclusive non è la stessa caldaia di cui parliamo, ma va bene lo stesso, probabilmente il software è simile e gli errori segnalati con gli stessi codici.

      1. problema risolto
        ora la caldaia è funzionante
        sembra che i contatti del relè del pressostato fossero bloccati
        perché è bastato soffiare dentro il tubicino per sbloccarlo
        ho anche pulito il venturi posto sul ventilatore
        il mio pressostato funziona in depressione
        ora tutto regolare

  32. Mi associo a quelli che hanno l’errore f.63.
    Caldaia acquistata nel
    2016, prima scheda sostituita in garanzia, a novembre 2019 problema che si ripropone.
    Sono in attesa da parte dell’assistenza, piuttosto che pagare 200 euro cambio caldaia.

    Non sarebbe il caso di contattare un’associazione dei consumatori? Mi pare che siamo in parecchi ad avere questo problema.

  33. Buonasera a tutti, anche io ho uno scaldabagno Vaillant outsideMAG (modello IT 16-5/0-5 BETeV H R1). Me lo hanno installato a gennaio 2017 sebbene sia la versione del 2015, ovvero la prima, quella con i maggiori difetti. Dopo poco tempo ho iniziato ad avere problemi. Il più ricorrente F.33 (Errore sensore di pressione), a volte F.28 (Accensione non riuscita) e F.29 (Errore in funzionamento: riaccensione non riuscita). Spegnendo e riaccendendo, sono sempre riuscito a far ripartire lo scaldabagno. Inoltre a causa di mancanza di corrente, spesso ho dovuto fare la procedura di reset, pertanto ho dovuto reimpostare tutti i parametri. In questi giorni, a quasi 3 anni dall’acquisto dello scaldabagno, gli F.33 sono diventati sempre più ricorrenti, quindi non solo ho dovuto spegnere e riaccendere lo scaldabagno più volte, anche nel giro di pochi minuti, ma mi sono imbattuto anche nei seguenti errori: F.199 (Reset troppo frequenti – Ripristinare l’alimentazione di corrente, attendere 15 minuti e rimettere in funzione il prodotto) e F.63 (Errore elettronica – Sostituire il circuito stampato).
    Personalmente sono arrivato ad una conclusione: essendo io informatico, penso che la Eprom del circuito stampato sia arrivata a saturazione di memoria a causa di tutti gli errori (F.33), pertanto è comparso l’errore F.63. Allora mi sono deciso ad ispezionare lo scaldabagno e a fare la procedura indicata nel blog per pulire il tubicino del pressostato ed in effetti ho trovato anche io un moscerino. Dopo aver rimontato il tutto, ho riacceso lo scaldabagno, che mi si è subito presentato con i tre – – – , quindi ho dovuto reimpostare tutti i parametri, poi è comparso F.199, poi F.63, ma alla fine, dopo vari spegnimenti, con eliminazione di corrente e con altrettante pressioni di M e +, sono riuscito a far ripartire lo scaldabagno.
    Incuriosito dal post di Loredana (SETTEMBRE 21, 2019 @ 5:18 PM) ho cercato e trovato su internet un circuito stampato per sostituire quello del mio scaldabagno outsideMAG sul sito della RT&T s.a.s. (Via delle Pinete 8 – 54037 Marina di Massa)
    https://www.ricambipercaldaie.it/schede-scaldabagni/3145-scheda-elettronica-per-scaldabagno-vaillant-outsidemag-0020199534.html).
    Scheda elettronica per scaldabagno Vaillant outsideMAG 0020199534. Costo € 103 + spese di consegna € 6.
    Ora vorrei sapere se qualcuno possa avere informazioni aggiuntive oltre a quelle reperibili sul manuale Vaillant “Per il tecnico qualificato. Istruzioni per l’installazione e la manutenzione”, poiché le uniche informazioni presenti sono a pagina 15 paragrafo “8.7 Smontaggio della scatola dell’elettronica”.
    Insomma vorrei cambiare la scheda elettronica in autonomia, senza stare a spendere € 250/300. Loredana ha detto che è semplice nel suo post del 21 settembre scorso, sembra che in 20 minuti si faccia tutto, ma poi altre informazioni non ne ha più postate. C’è qualcuno che mi può aiutare?

  34. Purtroppo anch’io ho fatto questo pessimo acquisto nel 2016. Durante il periodo di garanzia ho chiamato 4 volte l’assistenza, f33/f29 e una di queste 4 volte hanno anche cambiato la scheda. Ora…..garanzia scaduta errori f33/f29/f63 e da resettare ogni volta che c’è un black out. Mai più Vaillant.

  35. Ciao a tutti,
    Io sono alle prese da questo scaldabagno 13 litri gpl da due anni, anche se in realtà l’ho acquistata dal 2016 durante la realizzazione, spi to dalla buona resa della caldaia Vaillant installata dai miei più di 25 anni fa. Ad oggi io ho dovuto cambiare la scheda una volta per errori che comparivano a caso, tra cui f.33, f.63. In una fase successiva il tecnico è dovuto intervenire per delle regolazioni a causa della mancata regolazione della temperatura dell’acqua calda, in estate: in parole povere il kw minimo termico è troppo alto per poter integrare pochi gradi centigradi, quindi spegneva la fiamma per alta temperatura dell’acqua. Il risultato era una temperatura che andava ad altalena, impossibile da utilizzare. Ora mi compaiono F0 e F166, se comunque prima in qualche modo andava, ora è definitivamente morta. Scheda da cambiare e una marea di soldi. Non so che fare

    1. Aggiornamento: Vaillant ha riconosciuto la problematica e ha sostituito lo scaldabagno, posso ritenermi soddisfatto del vendor e del reparto tecnico.

  36. Buonasera sono di Torino …ci risiamo F63!!
    Ho questo famosissimo scaldabagno vaillant outsidemag 10 litri dal 2015 e combatto con i codici errori da sempre ormai è una consuetudine,in 4 anni ho cambiato due schede sempre con il fai da me per errore F63 (ogni scheda 100 €) poi ho vissuto come tutti voi innumerevoli altri errori,sempre risolti fortunatamente con la mia buona volontà,
    cmq la mia domanda e solo una avete trovato una scheda migliore o un alternativa a quella che vende il centro assistenza Vaillant di zona?
    Perché sono stufo di spendere 100€ all anno per un prodotto così penoso.
    Per cortesia se avete novità in merito o consigli saranno bene accetti.
    Vi ringrazio anticipatamente Luca.

    1. Luca, che dire? Avrai notato che questa pagina è diventata una raccolta di lamentele, cosa che non avrei mai creduto fosse così diffusa. Decisamente questa caldaia è nata male. Tu poi, da quel che dici, sei un esperto di questo particolare e sfortunato settore, avendo cambiato già due schede. Purtroppo non ti so rispondere, non so se esistono schede migliori. Ti rimando al commento di Samuele di oggi. A lui è andata bene, e pare che (cito) “Vaillant ha riconosciuto la problematica e ha sostituito lo scaldabagno, posso ritenermi soddisfatto del vendor e del reparto tecnico.”. Forse allora occorre insistere con il vendor.

  37. salve a tutti sono vincenzo ma sostituendo la scheda dello scaldacqua otside bisogna metere dei codici? per far caoire alla scheda di che macchina deve gesitire?grazie

  38. Salve, anche io ho questi problemi con la caldaia.. f63 quello più penoso. Magari non si presenta per mesi e poi riappare per tre giorni in una settimana. Credo che possa esser anche soggetto al tempo, magari giornate particolarmente ventose.. chissà magari f tra aria bei condotti e blocca qualcosa… Risolvo sempre eliminando la corrente per una 15 di minuti, accendendo e spegnendo e aprendo e chiudendo l’acqua. Il problema degli insetti è stato risolto definitivamente incollando un pezzo di zanzariera Metallica sul foro esterno vicino alla presa aria superiore. Se vi fosse la procedura del cambio scheda sarebbe fantastico, peccato che Loredana non abbia voluto condividere la soluzione. Buona giornata a tutti

  39. Ciao, grazie mille per le utilissime istruzioni, anche quelle random, che mi hanno permesso di far ripartire la caldaia che era bloccata su F63. Confermo che l’Outsidemag è un prodotto che andrebbe ritirato dal mercato, l’ho installato nel luglio 2017 e non ha mai funzionato bene, ha sempre dato errori, F33, F28, F199 e via cosi, tanto chè ormai abbiamo il foglio con le istruzioni di ripristino attaccato fuori sul balcone. Sono molto indecisa sul cambio scheda (temo sia un investimento inutile) rispetto al cambio dell’intero apparecchio – chiaramente di altra marca. Vaillant Assistenza clienti inutile, completamente.

  40. Ciao a tutti gli sfortunati ( a quanto pare) possessori di questo scaldabagno. Anch’io come voi ho avuto qualche problemino, fortunatamente, di piccola entità con il mio. Oggi invece mi son trovato di fronte ai fatidici “4 trattini” e se non fosse stato per voi non avrei risolto il problema. Un grazie infinito a chi ha ideato il forum e a tutti voi che avete contribuito finora con le vostre “soluzioni fai da te”. Mi permetto di dare un seppur minimo contributo a quella che ormai chiamo “procedura dei 4 trattini” : arrivati al passo dopo la visualizzazione “d121” vi compare la schermata con i 4 trattini che vi chiede il codice. Potrebbe accadere, come è accaduto a me, che il codice del vostro scaldabagno non sia sul foglio delle istruzioni!!! Codice del mio apparecchio : outsideMAG IT 10-5/0-5 BET eV H. Ebbene, cercate con il tasto “-” che il codice appare lo stesso(1010) perché se seguite questo ragionamento….
    le prime due cifre del codice ripetono le prime due cifre del modello apparecchio e le altre due sono fisse (10 per alimentazione a Metano e 20 per alimentazione a GPL). Quindi il codice per riprogrammare il mio scaldabagno è 1010……
    Non so se sono stato chiaro e se potrà essere d’aiuto a qualcuno ma comunque resto a disposizione per eventuali chiarimenti.
    Di nuovo grazie a tutti e facciamoci forza in un momento terribile come quello che stiamo vivendo in questi giorni a causa della pandemia.

    1. Grazie a te Mauro per il prezioso contributo.
      Questo non è esattamente un forum, era nato come un mio miniblog personale, dove ho voluto rendere pubblica la mia esperienza. E da li si è scatenata una pioggia di contributi che certo non mi aspettavo. Sono contento che possa servire a qualcuno. Grazie ancora. Salvatore.

      1. Salve anche io ho outsideMAG Vaillant ,sto avendo o problema do F33 ,cercado aiuta a assistenza de Lodi che lavora con a Vaillant,pero loro sono venuti da me tre volta e non ano risotto o problema ,puluscono solamente o tubino di plastica e niente più, giorno dopo ho o problema un’altra volta ,in una setimana sono venuti tre volte,pero ho ancora o problema ,a assistenza voi sempre da me soldi pero non risolvere o problema. Mi sento presa in giro per a assistenza perché no si fa così.

  41. Buonasera ,anche io rientro al circolo fortunati con codice erore f63.Ho vailant outsideMAG IT 10-5/0-5 BET gia due schede cambiate in garanzia,Adesso basta garanzia e finita .Sempre sono riuscito a sbloccare la caldaia facendo spegnendo e accendendo dal display ma nei ultimi due giorni non riesco piu.Qualcuno mi auta a sbloccarla?Grazie

    1. Spero che fra i mille (si fa per dire) commenti tu possa trovarne uno adatto a te. Io, da quando mi hanno sostituito la scheda, non ho avuto (gesti scaramantici vari) altri problemi.

      1. Grazie!Ho letto che Loredana ti ha mandato gli istruzioni per cambiare la scheda.Riesci a publicare tutto il materiale?Grazie!

    2. Un saluto, compagni di sventura.. Sono alle prese con il famigerato F63. Ho cambiato la scheda a maggio 2019. Era ancora in garanzia e non ho pagato nulla. Oggi venerdì santo 2020 ci risiamo. Naturalmente il numero del tecnico risponde picche. Un particolare, entrambe le volte è successo dopo che è saltata la corrente. Come faccio? Oltre al COVID, anche Pasqua senza acqua calda. Un saluto, Giuseppe da Milano

  42. Un saluto, compagni di sventura.. Sono alle prese con il famigerato F63. Ho cambiato la scheda a maggio 2019. Era ancora in garanzia e non ho pagato nulla. Oggi venerdì santo 2020 ci risiamo. Naturalmente il numero del tecnico risponde picche. Un particolare, entrambe le volte è successo dopo che è saltata la corrente. Come faccio? Oltre al COVID, anche Pasqua senza acqua calda. Un saluto, Giuseppe da Milano

    1. Giuseppe, più che consigliarti di leggere con attenzione tutti i commenti passati non saprei che altro dirti. La mia personale esperienza, al confronto, è stata (faccio gli scongiuri) piuttosto lineare. Due chiamate all’assistenza, scheda cambiata, problema (rifaccio gli scongiuri) risolto. Quindi personalmente non saprei che altro consigliarti. Ma qualcuno qui ha parlato di codici di riattivazione. Oltre che di sostituzione di scheda. Come consiglio, dal profondo del cuore, verrebbe da dire “butta via tutto e compra qualcos’altro che non sia Vailant”. Ma è facile dirlo quando non ci si è dentro, c’è il COVID in giro e Pasqua alle porte…
      Massima solidarietà

  43. F29 è dovuto ad un errato montaggio della canna fumi e apposito diaframma che si deve montare in base all’alloggiamento dello scaldino..e regolazione della scheda elettronica che va settatta.Per me errore ad oggi F33..ed è il secondo errore in soli 60giorni di vita…se continua chiamo la casa e mi faccio restituire i soldi ….

  44. Buona sera ,Sono alle prese con il famigerato F63,ma non riesco più a ottenere ile quattro trattini con il d121
    solo sempre F63 oppure F199.
    Qualcuno mi auta a sbloccarla?Grazie
    N.B. ho già cambiato la scheda una volta

  45. Buonasera a tutti,
    cercando tra i vari commenti non ho trovato nessuno che parlasse di un diverso errore: F.171 Errore ventilatore.
    Per caso a qualcuno di voi è capitato? Siete riusciti a risolvere?

    1. Si, anche a me, ho chiamato e sono venuti i tecnici e mi hanno detto che era un errore di configurazione, hanno configurato dal panello e non è apparso più.

  46. Buonasera, ho letto e seguo questo tread da più di una anno, cioè da quando la mia caldaia ha mostrato F63. Ora mi preme raccontare (spero sia d’aiuto) come la riprogrammazione sia diventata complicata nel corso di quasi 2 anni.
    1) Primo periodo con pochi tentativi di pressione dei tasti [menù] e [+ ] si riusciva ad entrare in programmazione; (sono andato avanti per circa 1 anno l’errore si presentava 2, 3 volte al mese);
    2) Per altri 5/ 6 mesi errori più frequenti e tempi più lunghi ad entrare nella programmazione (avevo deciso di cambiarla);
    3) Comparsa dei 4 trattini senza alcuna possibilità di entrare nella programmazione sembrava proprio finita, ma scopro che aprendo e chiudendo l’acqua per un paio di volte, i trattini scompaiono e si spegne da sola. Riaccendo e senza faticare entro in programmazione, sembrava risolto solo la noia di programmare ogni volta però era facile e rapido.
    4) Ora rimane F63, i trattini non compaiono più e solo dopo 2 3 ore si fa riprogrammare. L’errore ora compare ogni giorno dopo circa 22 ore che si è fatta riprogrammare.
    La mia caldaia ha 4 anni.
    Chiedo se qualcuno mi può dire a chi rivolgermi per avere una scheda nuova a prezzo di costo, (visto il problema di questa caldaia) la installerei io stesso, ma almeno che non abbia lo stesso problema.
    Un saluto a tutti i compagni di “sventura” e aggiungo che posso fare questi tentativi perchè ho uno scaldino rapido elettrico che attivo quando proprio non ne vuol sentire, poi come se lo facesse apposta provo ad accenderla e “riparte”.

    1. F29, F33, F199, F63, F166…………..me so rotto…………in 5 anni chiamato decine di volte l’assistenza, cambiato 2 schede, resettato la caldaia ogni santo giorno…………ti portano allo sfinimento.

    2. Ciao Carlo,
      ho letto il tuo post e da qualche giorno sono nella stessa situazione.
      Ho contattato il servizio clienti Vaillant e mi hanno fatto richiamare dal centro assistenza di zona che era uscito già due volte in garanzia i primi mesi. Mi hanno detto che il costo di sostituzione scheda è di 220 euro.
      Non sono intenzionato a pagare quel prezzo per un problema di fabbricazione, proverò ad andare avanti con il reclamo formale richiedendo la sostituzione della scheda.
      Volevo chiederti se sei riuscito ad intervenire nella programmazione della caldaia senza aspettare circa 2-3 ore.
      Ti ringrazio anticipatamente per la risposta.
      Alfredo (Milano)

  47. Intervento fatto immediatamente in garanzia dalla nuova ditta di manutenzione della mia zona che si è dimostrata ultra disponibile a capire la situazione. Finalmente posso dire che Vaillant fa la differenza.

  48. Eccomi presente, con l’errore F33 presentatosi proprio ieri mattina.
    Ho provato a pulire i tubicini ma niente, dunque ho chiamato l’assistenza (scaldabagno in garanzia). Hanno aperto, tolto i tubicini (puliti) e soffiato nel pressostato: tutto ok.
    Ieri sera (neanche 12 ore dopo quindi) stessa identico problema, dunque smonto tutto e ripeto io l’operazione. Esito negativo ed errore F33 sempre presente. Torna stamattina il signore dell’assistenza e ripete la pulizia, di nuovo tutto ok e scaldabagno funzionante.
    I tubicini come detto sono puliti, la sua interpretazione è che un ragnetto sia entrato nel pressostato e quindi che una ragnatela ostruisca il tutto. Il problema è che non è possibile soffiare con un compressore perché all’interno del pressostato è presente una sottile membrana che si romperebbe. bisogna quindi solo sperare in bene, altrimenti bisognerà capire come fare (a mio avviso, da inesperto, si fa prima a sostituire che a sperare).

    Preciso però che rispetto alle foto sopra riportate la mia outsidemag è leggermente differente una volta aperta, in quanto il pressostato non si trova sulla destra ma in basso al centro, e il tubicino di rame si trova invece alla medesima altezza ma verso l’esterno anziché nella parte superiore.
    Da quel poco che ricordo, mi dissero che quella acquistata da me (fine 2018) era il nuovo modello revisionato proprio a seguito di problemi con la precedente versione.

  49. Sono 4 giorni che ho scaldabagno outsideMag bloccato con F63 e non riesco a sbloccarlo, neanche con m + e stacco corrente.
    Qualcuno può aiutarmi?
    Grazie.
    Alfredo

      1. Grazie Salvatore ma purtroppo ho letto tutti i commenti e non ho trovato soluzione.
        La caldaia è in F63 da più giorni, non ha un pulsante di reset sotto come le ultime prodotte e sto litigando da 3 giorni con il servizio clienti Vaillant.
        Domani se non ottengo la sostituzione della scheda ad un prezzo calmierato (richiesta di sostituzione 220 euro), apro la vertenza con l’associazione consumatori.
        Vi tengo aggiornati sui futuri sviluppi.

        1. Ottima idea, Alfredo. Non so quanti di quelli che hanno lasciato un commento siano ancora in contatto con questo blog. Ma se pensi di continuare questa azione fai pure conto sulla mia collaborazione. Potrei fare un post ad hoc. Fammi sapere.

  50. Salve a tutti i compagni di sventura, vi racconto la mia esperienza.
    Ad inizio 2017 decidiamo di rifare il bagno nella seconda casa, non essendo presente una caldaia e per non spendere più di 2000€ in canna fumaria dato che l’appartamento è al primo piano, decidiamo di acquistare questo prodotto, il nome Vaillant doveva essere una garanzia….
    Per un anno, a parte il non tenere la temperatura, va tutto bene, poi nell’inverno 2018 arriva Burian, mi si congela l’acqua nel contatore, chiamo l’idraulico per sostituirlo e si accorge che si sono rovinate due guarnizioni all’innesto della caldaia, decide di sostituirle e nel farlo spegne la caldaia, all’accensione decide che non doveva più funzionare, 4 trattini fissi.
    Chiamo l’assistenza Vaillant della mia città ma loro non trattano gli scalda acqua solo caldaia, la ditta deve venire da una città vicina, ci sono un sacco di interventi e per una settima non si vede nessuno, quando riescono a venire la sbloccano e subito inizia a fare errori a caso F.23, F.39, F199 e infine il famigerato F63!
    Signore mi dispiace ma la scheda è da cambiare, dobbiamo ordinarla ci vorranno un paio di settimane, fortuna che era ancora in garanzia altrimenti sarebbero stati 220€.
    Passano due anni (con la scheda nuova continua a non tenere la temperatura) e si ripresentano messaggi di errore, F23, F39, ma fortunatamente trovo questo blog e con la guida dei reset riesco a sbarcarla fino alla scorsa settimana quando appena accesa appare subito F63, decido di scollegare la scheda e lasciarla senza tensione per mezza giornata, sembra funzionare!
    Oggi ritorno alla casa e di nuovo errore F63 appena accesa, provo a riscollegare la scheda ma stavolta con esito negativo… dovrò mettere mano al portafoglio dato che non è più in garanzia…
    Qualcuno ha cambiato la scheda da solo? ha trovato difficoltà? qualcuno ha trovato un rivenditore che la faccia a buon prezzo? online ho trovato solo ricambi a 100€.
    Grazie!

      1. Allucinante!
        All’epoca un mio amico mi disse di mettere Rinnai, ma non conoscendo la marca optai per Vaillant, tedesca, rinomata, affidabile…. una sventura altro che!

  51. Cari amici ho appena montato uno scaldino vailant a camera stagna
    dopo una prima prova e’ comparso F 63
    Dopo aver letto i commenti spero di sostituire la macchina con Rinnai
    saluti Luigi Liguori

  52. Ciao a tutti,
    io sono uno dei FORTUNATISSIMI utenti Outside MAG ormai da 5 anni…… con 3 schede cambiate. Ora il mio carissimissimo Vaillant ha deciso di darmi un problema nuovo:
    Senza notificare alcun errore, non mi manda acqua calda (non compare nemmeno sul tastierino l’immagine della fiammella, per intenderci).
    L’aveva fatto qualche giorno fa e ora lo fa di nuovo… sapete se c’è qualche rito voodoo che posso fare?
    grazie mille a tutti coloro che vorranno aiutarmi 🙂

  53. Ciao,
    il mio scaldabagno dopo 10 mesi si brucia la scheda…. sostituita in garanzia, dopo pochi mesi inizia a dare errori di ogni tipo, fino a quando non e’ piu’ partita. Richiamo l’assistenza, il tecnico viene a casa e mi dice che la caldaia ha perso il segnale con il display, quindi mi fa’ vedere la procedura da fare e mi sfila 50 euro. Avrebbe potuto dirmela per telefono! dopo altri 6 mesi ricompare l’errore F63, richiamo il tecnico e mi dice che e’ la scheda da sostituire, mentre interveniva alla sostituzion,e mia moglie imprecava contro la vaillant dicendo che avrebbe denunciato tutti dal proprietario ai tecnici, tanto che ad un certo punto il tipo chiede di calmarsi perche non ha intensione di chiederci nulla.
    Infatti sostituito la scheda, la caldaia riparte e con un certo imbarazzo chiede scusa e va’ via.
    Anche i tecnici si vergognano dell’azienda per cui lavorano!!

  54. Buongiorno,
    mi unisco al coro di lamentele.
    Ho un OutsideMag nella seconda casa. E’ usato qualche giorno nel periodo di Natale e diciamo 30/40 giorni nell’estate. Per fortuna gli errori sono sempre stati recuperabili facendo e brigando ( spegnimento, accensione, reset, apri acqua ,chiudi acqua etc. etc. come leggo che tutti hanno fatto).
    Ma una volta all’anno, per tre anni consecutivi, intorno a ferragosto compare l’errore F.63. Panico in famiglia!!
    Vorrei spiegare come sono sempre riuscito a ripristinare l’errore.

    Aprire l’apparecchio, smontare la custodia in plastica della scheda elettronica e staccare uno per volta i connettori e reinserirli due o tre volte. Ripetere la stessa operazione con tutti i connettori volanti presenti nell’apparecchiatura.

    Sono in pensione, ma ho progettato apparecchiature elettroniche per tutta la mia vita e so quanto subdoli siano i falsi contatti dovuti ad ossidazione. Meglio sarebbe spruzzare un liquido antiossidante ( il cosidetto puliscicontatti) quando si staccano, prima di reinserirli.

    Ho il sospetto che la sostituzione della scheda serva unicamente a “pulire i contatti” mentre si sfilano dalla vecchia scheda e si inseriscono nella nuova! Di fatto viene sostituita una scheda funzionante.

    Resta il fatto che l’apparecchio è una vera schifezza, il pannellino di controllo è una presa in giro perché non regola proprio niente.

    Fate attenzione nell’aprire i connettori, non strappate i fili.

    1. Grazie Alberto, intervento prezioso. In effetti avrei potuto pensarci anche io, che faccio (facevo) il tuo stesso lavoro. Già, pulizia dei contatti, la prima cosa da fare! Benvenuto nel gruppo degli sfortunati.

  55. Buongiorno,
    mi unisco allo sfortunato gruppo e riporto la mia esperienza: Modello outsideMag 1610 installato durante ristrutturazione del 2014.
    Nell’ordine:
    F33 – pressostato ed alcuni interventi. (Primo anno di vita)
    F29 – in genere basta riavviarlo; (Fin da subito, ma ripartiva…)
    F63 – Inizialmente ripartiva, poi è aumentata la frequenza, fino al blocco totale. Scheda sostituita. (2 anni fa)
    A pochi mesi dalla scadenza della garanzia della scheda (2020) di nuovo F63. riuscivo a rientrare nella riprogrammazione, poi F199. Spento 15 minuti, ripartiva… reclami vari, sostituita scheda gratis, ma con uscita (che cmq sono 70€).
    Come molti hanno indicato, per ora resisto ma al prossimo guasto cambio tutto, ovviamente mai + Vaillant. peccato perchè l’ho avuto per anni (non modelli elettronici e funzionavano bene.

    1. Buongiorno
      mi unisco al gruppo, outsideMag -1610 -montata ottobre 2016
      funzionamento regolare per piu di un anno,poi inizio anomalie ,chiamato assistenza sostituito scheda in garanzia , ma comunque
      50€ per uscita tecnico, visto che lavoravo sempre con apparati elettronici fattomi spiegare e lasciare manualino scheda per eseguire ripristino (adestrato inquilino e figlia sulla procedura ) succede che per mancanza di energia elettrica condominiale o guasti Enel per mancaza 220vca anche per poco perde programmazione, il tutto fino a giogno/luglio ,segnalatomi aumento anomalie e ripristini fraquenti fino ad F63 fisso,
      visto che assistenza volev 200€ piu 50 intervento o provveduto ad acquistare scheda (98€+6 corriere) ,esaminato escheda e dopo prove (inserito zener 16v tra R33 massa 5vcc , inserito batteria 4,4v tramite R da 47om sui pin [Gnd-+5v] del connettore
      [Gnd-+5v- RES-MODE]
      spiegazione — Processore [RSF21245S] tensione funz 3Vcc a Max 5,5Vcc
      integrato che da +5Vcc [SG78M05] tensione funz ingresso
      7Vcc–>20Vcc per regolare 5Vcc uscita,se supera aumenta di conseguenza i 5Vcc – superando i5,5V cpu processore _F63 sostituire piastra , la batteria da 4,4vcc con R da47 om mantiene sempre alimentato a circa 3,6v processore non facendo perdere programmazione
      Adesso attendo il tempo per vedere se ottenuto miliorie, su piastra nuova
      saluti ed auguri

      1. Azzzzzzzzzz !!!!
        Tu vai sul tecnico pesante! 🙂
        Sono anche io un tecnico. Mille anni fa progettavo schede a micro, 8085, Z80 e altro. Ma ho perso la mano e mai mi sarebbe venuto in mente di andare a curiosare sul circuito e di stabilizzare l’alimentazione del micro.
        Temo che le tue dritte siamo un po’ troppo tecniche per la gran parte degli utenti. Ma se tu potessi mandarmi gli schemi con relativa modifica e foto (so che ti chiedo molto) li potrei pubblicare e qualcuno potrebbe trarne giovamento, magari anche io se dovesse succedermi ancora….
        Comunque grazie assai per le informazioni

  56. Buongiorno
    mi scuso per errore nella spiegazione ,considerazioni da me supposte dovute esperienza su apparati elettronici,(non caldaie)

    spiegazione — Processore [RSF21245S] errato
    — Processore [RSF21248S] esatto

    io penso che molte problmatiche siano dovute ad picchi di tensione su (220vca Enel , estratensioni ,micro interruzioni con aumento di tesioni superiori ai 300Vca [transienti non rilevabili senza specifiche registrazioni di cio che succede ] il tutto provoca
    riple elevato che al processore non sono gradite.
    Penso anche di inserire uno zener 24Vcc 1A su R31 massa
    perche su connettorino collegato al controllo remoto porta 21Vcc,
    visto che anche displai tussc presenta (luce molto debole e + non si accende , simbolo ventilatore rimane fermo-non gira piu,
    pur funzinando come tussc per comandi) sarebbe da sostituire
    ma sembra 163€ (non piu garanzia)
    riscontrato alla sostituzione piastra
    saluti proseguiro nlle prove spero di risolvere

    1. Salvatore
      penso arriviamo da stessa scuola -passione elettronica ,costruito con Z80 primo compiuter ,li si avevano molti problemi e tensioni quasi fisse a5V non 5,1 o 4,8 ,la CPu andava in crash .
      metto a punnto con foto e spiegazioni, non si trovano schemi ,
      se qualcuno li avesse sarebbe ottimo,si potrebbe realizzare interfaccia (Jtag o simili per dialogare con CPU ,sulla scheda nuova hanno aggiornato sotwar 08603 SW-5 ,sono passati aSW-6).
      Se la scheda perde dati,e viene riportata con reset a (fabbrica), penso bisogna anche riprogrammare [d52–d53 — e d122)
      seguendo procedura
      riportata da Ale –Vi segnalo il link: https://www.vaillant.it/downloads/vgoa-vaillant-it-doc/istruzioni-installazione/scaldabagni-2/kit-trasformazione-0020250173-01-928847.pdf

      Saluti devo vedere risultati ,poi posto tutto

  57. Buongiorno
    Modifica realizzata su scheda sostituita
    inserimento diodo zener da 16Vcc 1,5A su R33 (saldare diodo su R33 lato opposto alla serigrafia su stampato [R33-10] e massa 5Vcc , (massa con cacciavitino grattare vernice vicino alla macchia bianca del condensatorino [C17-10] su piastra) saldare il teminale (anodo dei due diodi zener -il catodo su R , il catodo e contrassegnato dalla banda nera(piccolo anello nero su diodo)
    saldare lato catodo zener 24Vcc 1,5A su [R31-] sul lato contrassegnato da serigrafia [R31-10] su stampato-piastra

    questa modifica dovrebbe proteggere piastra ,non piu danneggiare Microprocessore con Err F63- fisso (piastra da sostituire) e salvaguardare anche scheda controllo (scheda per programmare e gestire scaldabagno),
    come gia postato in precedenza Enel alcuni momenti (causa guasti suoi ,o scariche provocate da molti motivi (soratensioni di motori elettrici grandi allaciati alla rete ,o anche elttrodomestici guasti immettono sulla rete sovra tensionoi che possono anche superare i 300Vca ) la scheda dello scaldabagno presenta sul Condensatore ( vicino fusibile barattolo nero piu grande )una tensione di 320Vcc costante con 220Vca rete , si capisce che con picchi da 300Vca supera i 420vcc, lalimentazione sulla scheda fatta con Alimentatore Swittin non potra mai sopperire a tali sbalzi, di conseguenza le varie tensioni (+5Vcc- 22Vcc- 12Vcc)
    supereranno i limiti consentiti dai componenti (integrati vari)

    Inserito poi per eliminare le perdite di programmazione una batteria da 4,8 vcc che con una R di 47 -Omm piu Microfusibile da 62 mma sul pin del 5Vcc sul connettore [GND – +5V – RES – MODE ] posto in alto sinistra sotto scritta VAILLANT GROUP
    La batteria utilizzata e di recupero di PC – 4,8 Vcc 2600 mma/H
    puo resistere per circa dieci giorni spento, (mancanza Enel) senza perdere programmazione , puo andare bene qualsiasi batteria purche non superi i 5,5Vcc , il microfusibile serve perche se la batteria viene scaricata molto alla riaccensione (ritorno Enel ) la batteria viene ricaricata dai 5Vcc della piastra tramite la resistenza da 47 omm , se viene superato i 70/80 milli amper si brucia il Microfusibile (scollegando batteria) cio serve per non sovracaricare ,e fare bruciare integrato SG78M05 che fornisce i 5Vcc per CPU .
    Cio puo anche accadere per guaso batteria (batteria in corto)
    di conseguenza senza bruciare scheda si puo verificare batteria e sotituirla
    Inserito anche tra GND e RES un pulsantino che se tenuto premuto per (10sec ) (da vedere tempistica per reset sui manuali ,che non ci sono) si esegue un reset della scheda
    Se si esegue il reset vengono riportati i valori di fabbrica.
    Di conseguenza bisogna riprogrammare le varie [d52–d53 — e d122) importante d121 [ — — — — ] modello scaldabagno 1610
    Consiglio segnarsi i valori sul manuale prima di fare reset
    d122 = 100 Altitudine dal livello mare

    Considerazioni– Non penso che sostituendo scaldabagno si abbiano miliori risultati, penso invece che questo modello sia troppo intelligente , va configurato in modo esatto altrimenti ERR a gogo .
    molte anomalie penso siano dovute a variazioni atmosferiche ,che cambiano (estate -inverno-Pioggia-vento ecc.)
    Chiamare assistenza e ottimo ,MA dovrebbe essere gratuita?
    NON e interesse di molti che i problemi non si ripetino
    Saluti spero di avere dato qualche info in piu ,
    PER Salvatore , a quale email mando foto ?
    Saluti

    1. Ciao Giovanni.
      Il mio scaldino OutsideMag di 16 litri è forse uno dei primi modelli e risale al 2014 e non ha il tasto di reset.
      Dopo un paio di anni ho avuto problemi (F29, F33, F63) ed hanno sostituito la scheda pagandosi solo la fornitura.
      Dopo ulteriori due anni, a garanzia scaduta, si presenta di nuovo il problema F63 che ho risolto fino a questa estate togliendo la corrente, aspettando 15 minuti in F199 e riprogrammando.
      Ad agosto ho staccato la corrente in modo xhe la caldaia ed al mio rientro a settembre, una volta data la corrente, rimaneva fisso F63.
      Fino a ieri, con stacchi e distacchi della corrente, on/off dal pannello, ad un certo punto ripartiva manda, ahimè, da oggi non ne vuole più sapere.
      Poiché cambierò lo scaldino tra qualche mese volendo accedere al superbonus 110%, volevo tirare fino alla sostituzione.
      Adesso ti chiedo:
      1) le modifiche da te fatte, possono essere eseguite sulla scheda esistente che attualmente da problemi con F63, così da non spendere soldi inutilmente visto che devo sostituirla?
      2) eventualmente, dove hai acquistato la scheda nuova?
      Ciao e grazie

    2. Buongiorno,
      vi aggiorno sulla mia situazione, nonostante continue disconnessioni dalla rete elettrica e numerose disconnessioni della scheda, l’errore F63 continuava a rimanere fisso.
      Ho quindi acquistato una nuova scheda, trovata su ebay a 94€, l’installazione è molto semplice e nella scatola ci sono le istruzioni sia per il montaggio che per il settaggio. La versione della scheda è sempre la 1.2, ma l’anno di produzione è più recente rispetto alla mia, che ricordo essere stata già la seconda.
      Attualmente sta procedendo tutto bene e, apparentemente non ci sono nemmeno stacchi quando raggiunge alte temperature, se si dovessero presentare proverò a modificare la velocità della ventola dal comando d122, anche se abito sul mare, e vi farò sapere.
      Volevo chiedere a Giovanni se dopo le modifiche apportate alla vecchia scheda se l’errore F63 è scomparso e se rimontandola si è più presentato.

  58. Buongiorno,

    Penso di avere letto tutti i vostri commenti, in cerca di una soluzione per questa maledetta caldaia.
    Sono uno dei pionieri installata nel lontano 2014 e già dalla prima accensione problemi su problemi, e perfino i tecnici Vaillant non sapevano cosa fare per esempio con l’errore F33 perchè mi dicevano che era un articolo troppo recente e non sapevano intervenire.
    Ho sopportato errori F33 ( sopratutto quando passavo da acqua calda a fredda velocemente o aprivo poco il rubinetto) riavviando tramite i controlli touch e regolarmente pulendo il tubicino di plastica, ho sopportato per un bel po l’errore F63 che ogni mattina si presentava, finche appunto mi sono imbattuto in questo sito e ho deciso di cambiare la scheda.
    Acquistata la scheda su Smricambi a 91 € ( miglior prezzo attuale sul web ) montata in maniera velocissima e programmata come da istruzioni presenti con la scheda di ricambio.

    Risultato : F63 scomparso, ma avevo ancora , in maniera minore, l’errore F33 mi è bastato però aumentare la velocita della ventola, sempre come riportato nelle istruzioni e per il momento sembra tutto risolto e ora va meglio di quando me l’hanno installata.

  59. Qualcuno sa indicarmi come modificare la velocità della ventola? Nn ho capito dove e come procedere?

    Odio questa caldaia 5 anni solo problemi

    1. Buongiorno Fabio.
      Matteo mi fa notare che la riposta è stata pubblicata nel commento di Giovanni del SETTEMBRE 14, 2020 @ 4:09 PM e che cito qui sotto:

      Più specificamente nel punto dove indica D122 li si cambia Il valore “altitudine” Che va effettivamente a variare la velocità della ventola.
      Non so cosa effettivamente comporti questo aumentare o diminuire la velocita della ventola ( anche perché non so se è una ventola di estrazione o che alimenta il bruciatore) ma ad ogni modo io avevo come predefinito 100 e mi da continui errori F33 messo 104 e sembra perfetto ( come prova del nove ho rimesso il valore a 100 e continuava a farmi errore F33).

      Quindi in parole povere la procedura e sempre quella per entrare nel service menu D97 —> D122 io ho settato 104 ( mi trovo a 300 mt sul livello del mare)

      Non avendolo testato in prima persona ovviamente non mi assumo nessuna responsabilità circa la modifica di questo parametro.

  60. Buongiorno e ringrazio tutti per la condivisione delle esperienze e delle soluzioni empiriche descritte. Siamo in tanti e chissà in quanti leggono senza lasciare commenti. Anche io ho i problemi di tutti, per “ringraziare” Vaillant della “sola” che mi ha venduto ho riportato le mie valutazioni nell’area recensioni di Amazon, italiano e inglese ,la tentazione di metterla anche in francese, tedesco e cinese è forte ma non mi fido del traduttore on line. Mia considerazione: ritengo che il blocco f63 sia riconducibile all’interruzione di corrente, volontaria ( quando si va in vacanza in genere si toglie alimentazione) e involontaria legata a sbalzi di tensione (fisiologiche); malpensante non escludo che sia stato predisposto un contatore di tali eventi che, caso vuole, alla maggior parte di noi, a circa 2 anni , allo scoccare della mezzanotte del fine garanzia non estendibile a pagamento (ho chiesto), inizia a dare problemi. L’unica soluzione mi sa che è sostituire la scheda acquistandola nel sito indicato e ringrazio chi ha fornito il riferimento. Un saluto a tutti, mai più Vaillant

    1. Benvenuto (si fa per dire….) Edoardo. Eh si, siamo in tanti. Meno male che in questo caso si conferma il detto “l’unione fa la forza”. Qualche soluzione praticabile è emersa, e qualcuno addirittura per espertoni, con modifiche della scheda di controllo. Buona l’idea di diffondere quanto mai, su amazon e altri siti, la cattiva esperienza. Mica che qualche altro poveraccio ci possa cadere ancora. Non so se Vailant debba essere bocciata in toto come marca, può darsi che gli sia uscito male questo modello. Certo è che non hanno reagito come sarebbe stato opportuno. Io personalmente ho mandato due email al loro service, senza risposta. Male. Molto male. Non è tanto il fatto di avere qualche problema tecnico, chi lavora sbaglia, si sa. Il fatto è che hanno totalmente trascurato i clienti in difficoltà. E questo non ha attenuanti.

  61. Buongiorno Salvatore, le chiedo una cortesia; x rimettere in funzione la caldaia devo necessariamente acquistare la scheda. Domanda: la sostituzione è semplice? Ho assistito alla sostituzione di 2 schede da parte dei tecnici Vaillant e non mi risulta che abbiano effettuato programmazioni ulteriori all’inserimento dei codici (che conosco a memoria in quanto fatto infinite volte) nel display di controllo. Prima di acquistarla , se possibile, ti chiedo se qualcuno ha già postato ( ho cercato con esito negativo) indicazioni circa la sostituzione; in sintesi: basta sganciare i vari collegamenti e rimetterli nella nuova scheda? Mi risulta anche che è impossibile commettere errori in quanto a ” senso unico “; una volta completata questa fase occorre fare altro se non inserire i codici nel display? Grazie x l’aiuto. Edoardo

    1. Edoardo, non ti so rispondere in prima persona perché a me la scheda l’ha cambiata il tecnico. Ma se leggi con attenzione i mille mila commenti troverai penso tutte le istruzioni che ti possono servire. Qualcuno l’ha acquistata e cambiata da solo, ed ha postato qui le sue note, alcune anche molto tecniche. Armati di santa pazienza, leggi i commenti e sono certo che troverai quel che ti interessa.

  62. Ciao a tutti, sono ibattuto per caso in questa discussione, io in realtà dovevo acquistare la versione 18 litri, ma ora non so se lo farò.. in alternativa avevo visto anche la turbomag .. voi che mi cosigliate? Cambiare marca? Se si quale?

  63. Buongiorno Salvatore, forse sono riuscito a risolvere il problema F63; è da circa 1 mese che la procedura attuata funziona e quindi ritengo utile condividerla nella speranza di ridurre a Vaillant la vendita di schede sostitutive / interventi fuori garanzia a prezzi folli, sostanzialmente voglio rendere il “favore” per la caldaia sola che mi ha venduto. Forse qualcuno l’ha già testata, a me funziona; procedura : caldaia spenta ( puntino rosso estrema dx), tenere contemporaneamente premuti tasti + ed M, per minimo 3 secondi, ripetere l’operazione diverse volte, alternando l’accensione della caldaia con il tasto di accensione caldaia. Dopo circa 5 volte spegnete la caldaia con interruttore di corrente generale e riaccendere, dovreste trovare sul display le 4 liniette, da li inserire la sequenza di codici a tutti noi noti. Spero che funzioni come accaduto a me. Saluti, mai più Vaillant

    1. Ciao.
      Provo ad eseguire le operazioni con la successione da te fornita, ma senza risultato.
      Elenco qui sotto le operazioni che vado ad eseguire chiedendoti di evidenziare qualche mio passo errato.
      1) a display spento e con il solo puntino rosso dovrei andare a premere per una volta sola contemporaneamente i tasti “+” ed “m” ; su tale operazione il mio dubbio è se i 2 tasti vanno premuti quando c’è il solo puntino rosso sul display e quindi i tasti + ed m nemmeno si vedono dove sono, oppure vanno premuti dopo l’accensione. Inoltre, altro dubbio, i due tasti vanno premuti una sola volta o più volte e quante?
      2) dopo aver premuto i due tasti + ed m per una sola volta a caldaia spenta (individuati a sentimento perché il display non li evidenzia), il display si accende ed appare F63. A questo punto eseguo 5 sequenze di accensioni e spegnimenti premendo ripetutamente sul tasto rosso.
      3) alla fine delle 5 sequenze chiudo ed apro l’interruttore generale. Alla fine a me esce il display spento e, se lo apro con il puntino rosso, appare di nuovo F63.

      È corretto così? Mi chiarisci i dubbi che ti ho evidenziato e, se possibile, potresti fare un video delle operazioni che fai con il cellulare e poi eventualmente mettere in qualche cloud e fornire il link?

      Grazie.
      Giuseppe

  64. Buona sera a tutti,
    voglio condividere con voi un nuovo capitolo di questa storia infinita.
    Come già avevo scritto mesi fa, preso dalla disperazione per i continui errori e dal definitivo blocco su F63, decisi di comprare scheda nuova, sostituita e settata in autonomia, tutto funzionante fino a ieri, quando ha deciso di smettere di mantenere la temperatura costante dell’acqua.
    In poche parole si avvia sparando la temperatura al massimo, segnando 52° sul display, con conseguente immediato spegnimento, qualche secondo e riparte di nuovo con acqua caldissima, un continuo alternarsi di queste due fasi.
    Volevo quindi chiedere se era successo a qualcuno di voi e se avete risolto magari modificando i valori dell’altitudine o della pressione del bruciatore.
    Inoltre volevo chiedere se sapete come fare il reset della scheda, perché entrando nelle impostazioni me le fa solo modificare ma non azzerare, per intenderci riportare alle 4 liniette [—-].
    Per un quadro più ampio aggiungo che 3 giorni fa è stato rimosso il dosatore di polifostati (senza staccare la spina, chiudendo solo la presa di acqua a monte), e la sera prima c’è stato un violentissimo temporale (la luce non è mai mancata, ma fulmini caduti molto vicino), possono queste due cose aver influito?
    Grazie ancora a chi potrà rispondermi ed aiutare.

  65. Buongiorno, rispondo a Giuseppe ( mi scuso x il ritardo ma ho letto solo adesso); la procedura da te eseguita é corretta,l’ho appena eseguita per verifica e funziona, temo di non esser stato io molto chiaro , é più semplice di quel che sembra. Provo a sintetizzarla: caldaia spenta con led rosso, a “sentimento” individua i tasti m e +, tienili premuti contemporaneamente (senza infierire sul display …) fino a quando non appare F63 lampeggiante, spegni e riaccendi la caldaia con il tasto rosso, apparirà sempre F63 lampeggiante, spegni nuovamente e , a caldaia spenta con puntino rosso, ripeti l’operazione 3 / 5 volte ( per sicurezza), quindi spegni la caldaia dal generale e accendila nuovamente ( non occorre attendere), accendi la caldaia dal puntino rosso sul display , dovresti trovare le 4 lunette”—-“, se sei arrivato fin qui vuol dire che la caldaia sia ok ( l’hai resettata), da li penso tu sappia come fare , in caso chiedi pure ,proverò ad aiutarti in altro modo In bocca al lupo. X Ivan: temo che gli sbalzi di tensione ( vedi temporali) creino problemi alla scheda, temo anche i cambi di campi elettromagnetici, cambi climatici, scheda troppo sensibile. Ciao a tutti, mai più Vaillant

    1. Edoardo, sono completamente bloccato su F63. Ho seguito la procedura ma non riesco a far visualizzare i 4 trattini! Dopo aver fatto i 3/5 tentativi, prima di staccare la corrente devo lasciare led rosso oppure f63 lampeggiante?
      Grazie mille
      Enzo

  66. Ciao a tutti, ho assoluto bisogno del vostro aiuto. Mi sono deciso ad acquistare una nuova scheda elettronica, ma leggendo le istruzioni ho inteso che occorre anche impostare i dati della pressione minima e massima del bruciatore al menu d.52 e d.53. Non so assolutamente quali parametri inserire perché nel manuale non sono indicati i range per il modello. Il mio è un outsidemag 13-5/0-5 BETeV H. Vi prego di aiutarmi. Grazie

        1. Ciao Enzo, tienici aggiornati, per tutti noi sei una preziosa fonte di informazioni in quanto hai acquistato e installato la scheda in autonomia pertanto rappresenti un fondamentale riferimento per coloro che vorranno fare tale scelta e che, fino ad oggi, si sono trattenuti per mancanza di informazioni su come istallare / programmare la scheda. Grazie

  67. Aggiornamento al 23 gennaio errore F33
    Scaldabagno a gas outsidemag nuovo , installata inizio novembre, da ieri errore F33. Grazie ai vostri suggerimenti mi sono avventurato ad una prima soluzione del problema. in aggiunta da quanto da voi pubblicato ho trovato altro problema ed altra soluzione. Il tubicino di rame anteriore, penso di recupero aria, era pieno d’acqua. svotato e magicamente la caldaia si è riattivata, per fortuna era qualcosa di semplice. grazie a tutti dei consigli.

    1. Ciao Claudio, benvenuto ,si fa per dire, tra noi compagni di sventura. Dato che hai risolto ti chiedo qualche dettaglio circa lo svuotamento del tubicino di rame( mi sa che ho il tuo stesso problema ma non ho mai valutato la tua soluzione che, a questo punto, rappresenta una case history valida da menzionare). Pf se puoi descrivere la procedura. Grazie

  68. Ciao a tutti ancora,
    continuo ad aggiornarvi.
    Come scritto nei commenti precedenti ad ottobre ho acquistato e installato in autonomia la nuova scheda (ripeto procedura molto semplice, in quanto nella scatola ci sono anche le istruzioni per impostarla in base al modello della caldaia), a dicembre però smette di mantenere la temperatura costante dell’acqua in erogazione alternando acqua a livelli da ustione ad acqua fredda, rendendola quindi inutilizzabile.
    Fortunatamente ho trovato chi ha gli strumenti per testarla e per sostituire i componenti, in sostanza il componente che regola la temperatura era bruciato e lo ha ricavato dalla vecchia scheda che non avevo buttato, alla fine adesso funziona come dovrebbe!
    Rispondendo ad @Edoardo, sì è come dici te, temporali, sbalzi di tensione sulla rete, corrente che va e ritorna provocano tutti i danni che sappiamo e ha provocato anche il mio, non avendo nel mio appartamento l’impianto di terra, quindi per non incappare di nuovo in questo tipo di problema, stacco la caldaia dalla presa e la riattacco solo quando ho bisogno, sperando che questa me la preservi a lungo.
    Rispondendo invece ad @Enzo, dopo aver impostato il modello della caldaia, la pressione del bruciatore e l’altitudine le ho lasciate come da impostazioni base (abito al livello del mare).
    Ciao a tutti!

  69. Ciao Ragazzi,
    volevo ringraziarvi perchè ho avuto questo famoso errore F33 e grazie a questo sito ho risolto! In pratica nel tubicino di rame si era infilata una vespa e stava costruendo un nido.. rimosso tutto, sparito errore F33 e tornata l’acqua calda 😀
    ciao!

  70. Ti ringrazio davvero del post! Hai fatto risparmiare a me e mio marito almeno 110€ di tecnico. Siamo riusciti a sistemare f33 senza problemi, anche noi 3 begli insettini!! Grazie davvero.

  71. Salve ieri dopo una fortissima pioggia, mi ha dato errore f33, non ho smontanto niente ho provato molte volte a farlo partire con il tasto reset,ed partito. Adesso vorrei capire e un problema comune che dopo una forte pioggia si presenti questo problema? O mi devo aspettare che si stia rompendo qualche cosa? Lo scaldabagno a meno di 2 settimane.

  72. Lascio la mia esperienza dopo anni di fortissime incazzature.

    Partiamo dal fatto che questo scaldabagno è stato progettato da un fottuto idiota, vi dirò come ho risolto i miei problemi.

    Acquistato nel 2015, ha iniziato a dare subito problemi. Assistenza pessima, che è uscita più volte facendo cose a caso per risolvere i vari errori (F28, F29, F33, F63)

    – Sostituendo pressostato
    – Sostiutendo scheda elettronica (vecchio modello)

    Niente è stato mai del tutto risolutivo, fin quando, dopo una battaglia telefonica duranta quasi un’ora, ho scoperto che le varie assistenze Vailant continuavano a riciclare le schede elettroniche bacate a chi lamentava problemi in garanzia, per poi sostituire quelle di nuova generazione che risolvevano gran parte dei problemi a pagamento.

    Scoperto l’arcano mi cambiano nel 2018 la scheda elettronica con una next-gen: i problemi scompaiono.

    Due giorni fa iniziano ad apparire errori F166: si è verificata una comunicazione non corretta tra scheda e componenti elettroniche, per cui occorre verificare tutti i collegamenti.

    Ho quindi cercato di capire dove fosse il problema, smontando il paraspruzzi che conteneva il cavo di collegamento tra il comando interno per la regolazione dello scaldabagno e lo scaldino. Il cavo era completamente sommerso nell’acqua, con i connettori completamente marci.

    Sostituendo il cablaggio lo scaldabagno è ripartito con errore F33: pulendo il sensore di pressione, soffiandoci dentro e resettando lo scaldabagno con procedura apposita, è tutto ripartito.

    Fino alle prossime bestemmie.

    1. Grazie Davide. Esperienza illuminante, direi.
      Dalla grande messe di messaggi arrivati su questo blog si può concludere che:
      – Caldaia mal progettata, e può succedere. Ma…
      – Azienda poco seria nel seguire i clienti, che vengono abbandonati a se stessi e alla non sempre cristallina onestà dei centri assistenza.

      Io, personalmente, sono stato fortunato a trovare un manutentore veramente onesto che fin da subito mi ha detto che la scheda era conosciuta per essere mal progettata, e che appena disponibile quella nuova me l’avrebbe installata, cosa che ha fatto ad un costo decoroso. Da quel momento niente più problemi.

  73. ogni tanto viene fuori un messaggio di errore f 28 che risolvo staccando e riattaccando l’alimentazione della caldaia ma recentemente l’errore si presenta con una frequenza maggiore.
    come potrei risolvere?
    grazie

  74. Grazie a questo post con errore F33 ho trovato una vespa che si era infilato nel tubo di rame ostruito.
    Mi sono risparmiato giorni senza acqua calda in montagna.
    Nelle versioni 2021 il tubo è stato spostato al centro dello scaldabagno ma sempre esposto ad insetti.

  75. Un saluto a tutti,
    complimentandomi con l’autore per l’iniziativa di creare questo utilissimo blog, anche io mi appoggio a questo muro del pianto poichè sto passando i miei guai con questa caldaia installata a giugno 2020 dal mio idraulico; non l’abbiamo potuto provare subito perchè la casa era in ristrutturazione e il gas non era ancora stato allacciato. Finisco i lavori a luglio ma poi vengono le ferie e se n’è parlato a settembre per avviarla.
    Arrivato settembre torna l’idraulico però non ci riesce, l’apparecchio non parte proprio e si blocca appena lo si accende. Chiamo allora l’assistenza di zona che manda un primo tecnico; questo inizia con il togliere i tubicini, pulisce qui e là ma niente da fare; sentenzia che c’è un componente che non funziona, tornerà con il pezzo dopo un paio di giorni.
    Dopo qualche giorno torna ma anche con questo pezzo la caldaia non va, va via e dice che mi farà sapere. Dopo altri giorni viene un secondo tecnico, controlla i vari componenti ne cambia un altro ma alla fine la caldaia non parte, dice che è sicuramente la scheda elettronica, deve ordinarla per cui tornerà non appena arriverà la scheda.

    Dopo qualche giorno torna con la scheda, la monta ma la caldaia si rifiuta di funzionare, non solo, ma lo stesso tecnico mi dice che ha espletato tutto quello che poteva fare, per cui mi anticipa che non farà ulteriori interventi; chiedo la sostituzione e lui a denti stretti mi dice quasi sicuramente non me la cambieranno perchè non è la prassi.
    A questo punto comincio ad alterarmi e iniziano una serie di telefonate con responsabile dell’assistenza di zona il quale tentenna e per qualche giorno non concludiamo nulla. Inizio a telefonare quotidianamente minacciando azioni legali e chiedendo di avere la PEC sia del centro di assistenza, sia della stessa Vaillant di Milano; vi pare che sono riuscito ad averla?
    Mai ricevuta, eppure dovrebbe essere pubblica ma sui siti non c’è.

    In ogni caso dopo le telefonate infuocate un pò le acque si sono smosse e infatti dopo qualche giorno mi comunicano che verranno a sostituire la caldaia.
    A ottobre 2020 finalmente cambiano la caldaia e così ho avuto l’acqua calda, quasi tutto bene per il primo anno poi iniziano sporadici blocchi che risolvo con semplici reset dal pulsantino fino a poco tempo fa.
    Arriviamo ad aprile-giugno 2022 quando appare il fatidico errore F33, per un paio di volte ho risolto spegnendo e accendendo la caldaia adesso è bloccata e non parte più.

    Grazie ai suggerimenti letti su questo sito proverò a pulire i tubicini, sperando di risolvere, vi farò sapere ma a margine di tutto questo valgono alcune considerazioni:
    1) Quando l’idraulico mi ha portato la caldaia OutsideMag 12 sono stato felice perchè ricordavo che in passato il marchio Vaillant era una garanzia. Ora purtroppo non è più così: ma vi pare possibile che si debbano minacciare azioni legali per avere la sostituzione di una caldaia che non ha mai funzionato?
    2) Non mi piace neanche il fatto che sul contratto di garanzia ci sia scritto che anche nell’arco dei 2 anni la chiamata e l’intervento sono a pagamento… poi se c’è un pezzo da cambiare magari si paga pure quello perchè, guarda caso, è proprio quello non coperto da garanzia. Ma scherziamo?
    3) Leggo di interventi pagati anche 200/250 € per una caldaia scaldabagno che adesso costa sui 400€? (io l’ho pagata poco più di 360). Assolutamente fuori luogo pensare solo di proporre una spesa del genere ben sapendo che sarà un intervento non risolutivo.
    4) In ogni caso vedrò se riesco a risolvere il poblema da solo diversamente sono già deciso a cambiare apparecchio e bye bye vergognosa Vaillant che attualmente si accontenta di vivacchiare sui fasti di una volta. 🙁

    1. Roberto, ti direi “benvenuto” se questo non fosse, come l’hai giustamente definito tu, un muro del pianto. A valle dei mille mila messaggi ricevuti direi proprio che Vailant si è dimostrata una ditta di scarsissima (se non inesistente) serietà. Io li ho interpellati per dar loro la possibilità di intervenire, ma non hanno neanche risposto. La mia paura, e spero di sbagliare, è che non sia un problema circoscritto a Vailant. Temo che le ditte oggi lavorino alla carlona. Sviluppano velocemente prodotti per raggiungere il mercato. Se va bene va bene. Se sorge qualche problema fanno finta di niente, temporeggiano, non rispondono, sapendo che la maggior parte dei clienti hanno scarsa capacità di difendere i propri diritti. Chi metterebbe in piedi una causa con avvocato per una roba da €360? La loro speranza è che la gente desista. Serietà zero.

      1. Ciao Salvatore,
        concordo su tutto quello che dici, e devo ringraziarti perchè grazie ai tuoi consigli e allo schema pubblicato nei primi post, ho risolto il problema. Ho aperto la caldaia, tolto il malefico tubicino in rame (quello più in basso) e ho provato a soffiarci dentro, niente da fare, completamente otturato non passava un filo d’aria!
        Ho cercato qualcosa che potesse scorrere all’interno riuscendo a passare nelle pieghe a 90° e non trovavo nulla che andasse bene, poi ho avuto l’idea di utilizzare una fascetta autostringente di plastica, rigida senza accartocciarsi e pighevole a sufficenza; è entrata perfettamente e dopo alcuni tentativi ha avuto la meglio del nido di vespa che c’era all’interno.
        In sostanza c’era un’ostruzione di almeno 3 cm di materiale molto duro! Rimesso a posto il tubicino la caldaia è partita alla grande e senza problemi. 🙂

  76. Problema F33 risolto grazie ai vostri consigli.
    In effetti 5 minuti per pulire tubo di rame, che nei nuovi modelli è al centro ben visibile, intasato completamente da insetti. per pulirlo ho utilizzato un filo elettrico come sonda perché soffiando non si liberava.
    Ripartito al primo colpo, grazie.

  77. Buongionro io ho un errore “F20” e la procedura di reset descritta non funziona. da pannello di comando.
    L’errore resta sempre presente.
    Ho provato anche a staccare la corrente all’appartamento per spegnerla.
    Non ero sicuro che lo spegnimento dal pannello interno installato nell’appartamento fosse sufficiente a togliere la corrente alla caldaia.

    Da manuale dice:
    F.20 Spegnimento di sicurezza: limitatore di tempera-
    tura di sicurezza
    – Premere il tasto di sblocco.
    – Riaccendere il prodotto.
    – Ponticellare il limitatore di temperatura di sicurezza. Se il prodotto
    torna in funzione, sostituire il limitatore di temperatura di sicurezza.
    – Ponticellare il fusibile termico. Se il prodotto torna in funzione, sosti-
    tuire il fusibile termico.
    – Sostituire la scheda elettronica.
    – Sostituire il fascio cavi.

    Trovato nel manuale indica un tasto di reset sotto la parte destra un tastino nero, Lo chiama “tasto di eliminazione del guasto” e nello spaccato é indicato come elmento “7”.
    Purtroppo Il tecnico é venuto e aprendola mi ha riferito che lo scambiatore é da sostituire. Si vede una sorta di macchia sullo scambiatore che é in rame. Mi chiedo se non sia normale che il rame assuma questi colori dopo 4 anni di utilizzo.
    Costo sostituzione scambiatore a Milano tramite Assistenza Vailant 425 euro (120 euro manodopera 250 lo scambiatore e 55 di uscita). Cosa dire se non che ho sbagliato mestiere. Pr quella cifra ne compro una nuova almeno ho 2 anni di garanzia. lra vediamo se è stato un caso l’errore è successo dopo una doccia di mio figlio durata almeno 35 minuti comtinuativi.

  78. Salve, possiedo una Vaillant 128/1-5 Rt , da un po’ di tempo va in blocco con errore f 171.
    Potreste darmi una mano?
    grazie in anticipo Alessandro

    1. Alessandro, ti auguro buon ferragosto e in bocca al lupo. Temo che da questo blog sia solo passata gente inesperta (come me) con un problema specifico su una caldaia specifica. Non è un blog di esperti riparatori. A parer mio ti conviene cercare un forum di idraulici o simili. Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *